Una gara in bici per ridisegnare la mobilità ciclistica a Bologna

Bologna, 20 ago. – Una gara in bicicletta, tra i ciclisti urbani di Bologna, divisi per squadre di quartiere, per raccogliere dati utili alla definizione del futuro Biciplan della città. All’organizzazione della gara stanno lavorando varie associazioni che fanno parte della Consulta comunale della bicicletta, in collaborazione con Srm, l’agenzia pubblica che si occupa di mobilità. Il modello, spiega Simona Larghetti, presidente della Consulta e anima dell’associazione Salvaiciclisti, è quello della European Cycling Challenge, che solitamente si tiene in maggio.

Per partecipare alla gara sarà sufficiente scaricare l’apposita app per il cellulare che, attraverso il Gps, registra le “tracce” dei percorsi che quotidianamente ogni singolo partecipante percorre. I dati vengono raccolti in forma anonima, spiega Larghetti, e saranno utili ai tecnici che nei prossimi mesi dovranno redarre il Biciplan di Bologna. Il Biciplan è, come si legge sul sito di Urban Center, “uno strumento di programmazione finalizzato allo sviluppo, diffusione e protezione della mobilità ciclistica”.

La gara si terrà dal primo al 19 settembre e farà parte di una serie di eventi legati all’inaugurazione della Tangenziale della bicicletta, il cui taglio del nastro è previsto per il pomeriggio del 19 settembre. La due giorni di eventi, il 19 e il 20 settembre, è stata ribattezzata Bologna Bicipolitana, giocando sull’unione di bicicletta e metropolitana: “In alcune città europee- spiega Larghetti- le piste ciclabili sono rappresentate come delle vere e proprie metropolitane, contrassegnate da numeri e colori, proprio come avviene per le linee ferroviarie”. A concludere la due giorni sarà poi, domenica 20 settembre, il Bicivillaggio in piazza Maggiore dove troveranno spazio stand espositivi, laboratori, riparazione assistita e marchiatura bici, oltre all’immancabile asta di biciclette usate.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.