#Tuttinsieme. A Bologna la sinistra pronta al “comune progetto civico”

paolo soglia ass sel

L’autoconvocazione degli iscritti di Sel del 13 novembre

Bologna, 2 dic. – Si chiama Direzione: #tuttinsieme, ed è l’appello diffuso alle 12 di oggi in simultanea sui profili facebook dell’europarlamentare civatiana Elly Schleyn, degli attivisti dell’Assemblea Bonalè, degli autoconvocati di Sel che hanno deciso di rompere col Pd. Insomma, tutte le forze che da tempo stanno lavorando per trovare un accordo e dare vita a una lista di sinistra alternativa al Pd cittadino. L’appuntamento è per il 12 dicembre alle 15 alle Scuderie per, si legge nell’appello, “mescolare esperienze e linguaggi” e dare vita a un “comune progetto civico“.

Vogliamo determinare il governo di Bologna e certamente questa è una sfida ambiziosa”, dice Gianmarco De Pieri del centro sociale Tpo. Per De Pieri l’appuntamento del 12 dicembre sarà di “rottura” perché si creerà uno “spazio pubblico non proprietario” capace di unire “diverse storie, provenienze e generazioni”. Il leader del centro sociale di via Casarini allarga l’appello anche agli attivisti del Movimento 5 stelle che stanno sfidando il candidato sindaco Massimo Bugani (ed è il caso di Lorenzo Andraghetti) e alle imprese innovative che stanno nascendo in città e “che creano lavoro”. All’assemblea, a cui parteciperà anche l’ex assessore Alberto Ronchi e la sua associazione La Boa, non ci sarà però la Coalizione Civica di Mauro Zani. “Ma il 12 dicembre – spiega De Pieri  – ci confronteremo anche per capire se e come confluire in quel progetto”.

Mauro Zani, uno dei fondatori della Coalizione civica, guarda già oltre il 12 dicembre, benedice la convocazione che vede come un “momento di passaggio”, e annuncia la fusione di tutte le forze alla sinistra del Pd, che “arriverà il 18 dicembre”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.