No Ban, no Wall. A Bologna manifestazione anti Donald Trump

Bologna, 2 feb. – Un presidio sotto le Due Torri per protestare contro le politiche di Donald Trump, in particolare contro il ‘Muslim Ban’ e la costruzione del muro alla frontiera fra Stati Uniti e Messico: l’iniziativa, organizzata da alcuni studenti di diverse nazionalità di stanza a Bologna, si terrà sabato dalle 14.30 in Piazza di Porta Ravegnana. L’evento, intitolato ‘World Citizens against Nationalism (No Ban No Wall)’, è stato lanciato su Facebook e vede al momento l’adesione di 150 partecipanti.

Alla manifestazione dà l’adesione anche il collettivo Làbas di via Orfeo.

“Attaccare la libertà di muoversi è attaccare la Costituzione dei Diritti Umani – si legge sull’evento facebook di lancio dell’iniziativa – Che si tratti del divieto razzista di Donald Trump riguardo l’ingresso temporaneo dei cittadini iraniani, iracheni, siriani, somali e sudanesi o del respingere totalmente I richiedenti asilo siriani; che si tratti di violenza in Turchia o di rafforzamento di politiche di confine per creare una “Fortezza Europea”, sembra proprio che il nazionalismo sia tornato di moda. Le recenti elezioni inglesi e americane l’hanno dimostrato, così come l’aumento dipartito di estrema conservatore. Noi non seguiamo la moda! Cammineremo per le strade per ribellarci al nazionalismo, al razzismo e al fascismo! Tutti coloro che considerano fondamentali i diritti umani, dovrebbero capire che chiudere le frontiere, impedire a certi gruppi etnici di entrare in uno stato, e tornare indietro alle forme di nazionalismo estreme sono violazioni di leggi internazionali. E’ disumanità. E non ha nessun senso in un mondo globalizzato come il nostro. Resteremo uniti, come cittadini del mondo, contro il ritorno al nazionalismo.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.