Tra ninne nanne e svolta acustica: il nuovo volto di Kele Okereke

15 mag. –  Una inaspettata svolta intimista e acustica, condizionata dalla nascita della figlia, e un nuovo disco in uscita entro l’anno. Kele Okereke, il leader dei Bloc Party, già autore di due dischi solisti di matrice elettronica e dance, ha sentito il bisogno di cambiare totalmente stile. La svolta è stata annunciata da un singolo che anticipa il nuovo album, dal titolo “Yemaya”: “È il nome della dea che nella cultura africana protegge le madri e le ragazze desiderose di avere figli. Nel periodo che ha preceduto la nascita di mia figlia, la sua figura è penetrata nel mio subconscio arrivando a influenzare i miei sogni. Per questo è diventata protagonista di una canzone”, racconta ai microfoni di Maps, aggiungendo che “trasferire la mia musica in una dimensione acustica è una sfida che ho sentito di affrontare per crescere artisticamente, dopo anni in cui l’avevo sistematicamente evitata”.

Il tour, che vede il cantante britannico accompagnato sul palco dalla sola chitarra, precede l’uscita di un album che è ancora in lavorazione e di cui “Yemaya”, pubblicata in rete a fine aprile 2017, è soltanto un’anticipazione: un brano soave e onirico composto unicamente da un ipnotico arpeggio di chitarra, da un avvolgente tessuto di archi e dalla voce leggera di Kele. “Ho iniziato a lavorare al disco un anno fa e l’intenzione era fare un album di ninne nanne per mia figlia. Avrei potuto aspettare la fine delle registrazioni per uscire allo scoperto, ma ho ritenuto ugualmente giusto condividere con gli altri la mia nuova dimensione”. E se il pubblico del Covo Club ha potuto godere tra i primi del “nuovo” Kele, c’è stato uno spettatore più che privilegiato, come il musicista ci ha rivelato: “Per prepararmi per questo tipo di tour ho suonato molto in casa, davanti a mia figlia. I momenti in cui le cantavo le mie canzoni per farla addormentare sono stati molto utili per fare le prove”.

Antonio Ciulla

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.