Toccata e fuga di Renzi a Bologna: esalta Golinelli e il Mast

Bologna, 8 ott. – Toccata e fuga per il presidente del consiglio Matteo Renzi oggi a Bologna. Atterrato intorno alle 16.30 all’aeroporto Marconi con l’aereo presidenziale, Renzi ha visitato prima il Mast di Isabella Seragnoli e poi l’Opificio Golinelli dell’omonima fondazione del patron dell’Alpa Wasserman. “Un esempio per gli imprenditori” ha detto Renzi riferendosi a Marino Golinelli.

Nel corso della rapidissima visita bolognese, il presidente del consiglio ha dribblato i cronisti ed è ripartito per Modena intorno alle 18.30: alle 19 era atteso al museo Ferrari. A riportare le considerazioni del presidente del Consiglio è stato Antonio Danieli, direttore generale dell’Opificio Golinelli. “Renzi ha auspicato accordo di programma tra la Regione e il ministero dell’Istruzione con la fondazione Golinelli” in modo che la struttura possa essere inserita in un circuito di formazione su scala nazionale. “Ha anche auspicato- ha proseguito Danieli- che tutti gli insegnanti d’Italia vengano qui a visitarlo almeno una volta nella carriera”.

“Oggi a Bologna dove ho visto due esempi dell”Italia di domani: Mast e Opificio Golinelli”. Cosi Renzi su twitter. Soddisfatto il sindaco Virginio Merola. “Abbiamo presentato a Matteo Renzi due grandi eccellenze della nostra città- scrive anche lui su Facebook- il Mast e lo stabilimento produttivo della Gd e l’appena inaugurato Opificio Golinelli”. A ruota il segretario regionale del Pd, Paolo Calvano. “In visita con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, alla Gd della famiglia Seragnoli- scrive sui social network- una vera eccellenza emiliano-romagnola nel campo delle macchine automatiche. Anche grazie a queste imprese, a chi vi investe e a chi vi lavora, che l”Italia sta ripartendo”.

Get the Flash Plugin to listen to music.