The Winstons: pop, prog, psych, live!

thewinstons

9 apr. – Negli anni ’60 band storiche come Yardbirds o Blues Breakers erano composte da musicisti che suonavano insieme, e che poi avrebbero dato vita a leggende come CreamLed Zeppelin. Un simile fenomeno di combinazioni e contaminazioni ha dato vita a The Winstons, composti da Rob, Linnon ed Enro, pseudonimi dietro cui si celano Enrico Gabrielli (Calibro 35), Roberto Dell’Era (Afterhours) e Lino Gitto. “Ci conoscevamo ancor prima di formare la band perché, nel 2006, io e Roberto abbiamo fatto il primo concerto prova con gli Afterhours“, ha raccontato Enrico con entusiasmo ai microfoni di Maps. “Lo vidi per la prima volta davanti a uno stipite di un locale di Bergamo: indossava un pellicciotto e gli dissi ‘ti piacciono i Soft Machine, ti piacciono i Gong‘, e lui rispose ‘sono una persona piena di cliché‘”. In seguito ad altre numerose combinazioni musicali nascono i fratelli Winston, in questi giorni alle prese con il tour di promozione del loro primo disco, che li ha condotti non solo nel nostro studio, ma anche a suonare due giorni fa al Bronson e, il 12 aprile, al Locomotiv Club.

Intitolato semplicemente The Winstons, l’album coglie perfettamente la rivoluzione musicale che vide, durante gli anni ’60, lo schiudersi del pop verso nuove ramificazioni sonore capaci di scuotere intere generazioni. “Il nostro suono rappresenta quel periodo di sabotaggio musicale, dal rock’n’roll alla nascita di certi filoni che contengono quella magia” ci spiega Roberto. “La magia che si percepisce all’inizio di ogni cosa, come avvenne quando nacque il punk”. Un’anima musicale con valenze che comprendono anche il prog, in un approccio che non impone paletti storici, come racconta Lino: “Il pregio di questo disco è l’essere un getto, il risultato della musica di tre persone che non pensano a comporre sonorità complicate tipiche del genere, ma con la libertà privata di confini”.

Ai nostri microfoni abbiamo avuto un assaggio di tutto questo, grazie a due versioni acustiche di “Play With The Rebels” e“Tarmac” che potete sentire qua insieme alle chiacchiere fatte con il trio.

Elena Usai 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.