The Listen Up. Di cosa parliamo quando parliamo di sostegno al reddito

Foto pubblicata dalla pagina Facebook “Aggiornamenti quotidiani sul reddito di cittadinanza”

8 mar. – La campagna elettorale appena conclusa ha introdotto nel dibattito pubblico un tema relativamente nuovo nel panorama politico italiano: il sostegno al reddito. Ma quando parliamo di reddito di cittadinanza, o di inclusione, o di base, parliamo della stessa cosa? In questa puntata di The Listen Up Angela Caporale intervista Luca Sandrini, dottorando in Economia all’Università di Padova e specializzato in innovazione e disuguaglianze, per fare chiarezza.
Il reddito di cittadinanza proposto dal Movimento 5 Stelle, ad esempio, “si prefigura come un’elargizione in denaro che dovrebbe andare ad integrare i redditi più bassi – spiega Sandrini – ma non è una misura incondizionata”. Diverso quindi dal sostegno universale, “completamente incondizionato, slegato dalla storia lavorativa del beneficiario”.  Infatti, per poter ottenere il reddito di cittadinanza “l’interessato deve garantire di riattivarsi nel mercato del lavoro”.

Proprio questa modalità di accesso lo rende diverso dal reddito di inclusione (REI), il primo istituto strutturale di lotta alla povertà introdotto in Italia nel 2017, pur rimanendo suo “simile nel complesso”. Altra differenza sta nella “quota” elargita in modo fisso e non proporzionale – come accade per il reddito di cittadinanza – e “in base all’ampiezza del nucleo famigliare”. In comune con il reddito promosso dai pentastellati ha invece la “durata nel tempo finita”.
C’è infine un’altra tipologia, quella del reddito di autodeterminazione, rivendicato dai movimenti femministi come Non una di meno: “Fa parte della famiglia del reddito di base, consentirebbe alla donna di avere un’indipendenza economica. Sarebbe però un aiuto secondario, perché non eliminerebbe tutte le discriminazioni che insistono sulla donna nel lavoro; non sarebbe un sostitutivo dell’equità salariale e di occupazione, ma permetterebbe una condizione di partenza migliore. Un tipo di reddito del genere al mondo non esiste”.

Riprendendo il concetto di  “ius existentiae“, già discusso nel volume del magistrato Giuseppe Bronzini Il diritto ad un reddito di base. Il welfare nell’era dell’innovazione (Edizioni Gruppo Abele), Luca Sandrini conclude ricordando che “il sostegno al reddito non è assistenzialismo ma entra nel discorso dei diritti dell’individuo all’esistenza degna“.

L’autore ne dialoga con Angela Caporale

      The Listen Up - 8 marzo 2018


The Listen Up
 è una trasmissione a cura di The Bottom Upweb magazine fondato e curato da un gruppo di giovani giornalisti, nato dalla voglia di mettersi alla prova, raccogliere idee, confrontarsi e partecipare in maniera libera e aperta. Ogni giovedì dalle 20.00, la redazione di The Bottom Up leggerà l’articolo scelto della settimana sulle frequenze di Radio Città del Capo. Potete ascoltare The Listen Up a Bologna e dintorni sui 94.7 e 96.25 Mhz FM oppure in streaming sul sito e su smartphone sintonizzandosi sul canale di Radio Città del Capo attraverso l’applicazione TuneIn.​

Tutte le puntate di The Listen Up.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.