Un nuovo tentativo sabotaggio ai cavi delle ferrovie

Bologna, 30 ott. – Ancora un tentativo di sabotaggio alle linee ferroviarie in Emilia-Romagna. La notte tra mercoledì e giovedì, poco prima delle 4, a Modena, in località Ganaceto, sono stati incendiati cavi di una centralina a lato di un binario di servizio, che collega l’Alta Velocità e la linea tradizionale. Fuoco è stato appiccato anche nei pressi di un vicino un punto di rilevamento meteo. Non ci sono state ripercussioni sulla circolazione.

Le indagini sono condotte in collaborazione dalla Digos di Modena e da quella di Bologna, coordinate dalla Procura di Bologna, competente per i fatti di terrorismo con il pool guidato dal procuratore aggiunto Valter Giovannini. L’inchiesta è stata aperta contro ignoti per danneggiamento con incendio e pericolo di disastro ferroviario, aggravati dalla finalità eversiva. Le modalità richiamano altri episodi avvenuti negli scorsi mesi: a fine luglio pozzetti erano stati incendiati nei pressi di Fidenza, nel Parmense, sull’Alta Velocità. A fine 2014 azioni simili si erano verificate nei pressi delle stazioni di Bologna e Firenze. Anche l’altra notte a Modena i cavi, a fianco di una linea utilizzata solo in casi di emergenza, sono stati sfilati, intrecciati e incendiati con stracci imbevuti di liquido infiammabile. “E’ il solito atto da delinquenti comuni, con intenti eversivi”, ha commentato il procuratore aggiunto Giovannini.

(ANSA)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.