Teatro Comunale. C’è l’accordo sulla mobilità volontaria e salta lo sciopero

Bologna, 24 mag. – “Le nozze di Figaro sono salve”: è stato infatti revocato lo sciopero indetto dalle sigle confederali che metteva a rischio lo prima in programma per giovedì 26 maggio al Teatro comunale di Bologna. E’ l’esito della riunione tra i vertici del Teatro e i sindacati e che si è sbloccata quando il sindaco Merola e presidente della Fondazione lirica ha raccolto la richiesta dei rappresentanti dei lavoratori. Ovvero, esuberi sì ma solo volontari.

“Il sindaco ha accettato la nostra richiesta. Si mantiene aperta la procedura di mobilità, ma tutti i licenziamenti- specifica Stefano Gregnanin, della Fistel-Cisl, parlando alla ”Dire”- dovranno avvenire su base volontaria e questo vuol dire che per ciascuno di loro si dovranno trovare le giuste condizioni di ricollocazione“. Ovvero in qualche ”settore” sotto il controllo di Ales saranno assegnati (le opzioni sono archivi, sovrintendenze e uffici) per fare cosa e con quale salvaguardia retributiva.Lo si discuterà in una serie di altri incontri. Ma in parallelo partirà una verifica su eventuali risparmi sui costi di gestione del Teatro (altra richiesta sindacale). “E’ stato fatto un primo passo”, dice Gregnanin. La riunione sulle prime si è aperta con la conferma di posizioni distanti, ma dopo una pausa Merola ha aperto alla richiesta sindacale”.

Soddisfatto anche il segretario Slc-Cgil Giulia Santoro, che parlando alla ”Dire” spiega: “Stiamo firmando il verbale di incontro tra le parti, abbiamo raggiunto l’accordo e quindi lo sciopero inizialmente annunciato per ”Figaro” è revocato. L’intesa sottoscritta si basa su ciò che noi chiedevamo: che i licenziamenti dichiarati venissero trasformati in volontari”. L’obiettivo ora, continua Santoro, “è avviare un confronto serrato per determinare tutte le soluzioni alternative anche ai licenziamenti volontari, partendo ad esempio dai prepensionamenti e dal contenimento delle voci di spesa del teatro”. Nei prossimi giorni ripartirà quindi la trattativa: “Entro metà giugno avremo un nuovo incontro col sindaco”, assicura il segretario Slc-Cgil.

(DIRE)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.