Teatro Comunale. Arriva il ricorso contro i tagli del Ministero

teatro comunaleBologna, 28 ott. – Dopo l’ennesimo taglio – 600mila euro nel 2016 - alla propria quota di Fus (Fondo unico dello spettacolo), il Teatro comunale di Bologna “ha già fatto ricorso” contro la valutazione della Commissione Musica del Mibact che ha fatto scendere “di 13 punti rispetto all’anno precedente” il punteggio di questa Fondazione lirica. Lo ha sottolineato l’assessore al cultura del Comune di Bologna, Bruna Gambarelli, rispondendo a una domanda di attualità del consigliere Marco Piazza (M5s). Nonostante la quota destinata alle Fondazioni liriche sia lievemente aumentata nel 2016, argomenta l’assessore, “la parte destinata al nostro teatro è invece diminuita di 600.000 euro”. Il punteggio, spiega, è espresso in base a diversi parametri “attributi su base soggettiva” dalla Commissione Musica del Mibact “che agisce in autonomia”. Un’autonomia della Commissione in virtù della quale “si parla di giudizio di qualità, ma è del tutto improprio – prosegue – parlare di ‘qualità delle produzioni'”, visto che “i prestigiosi Premi Abbiati, i massimi riconoscimenti italiani della lirica, sono arrivati tutti e tre al nostro Teatro comunale, e che non esiste nella storia alcuna Fondazione Lirica ad aver conseguito questo risultato”. “Il Teatro – sottolinea – vuole difendere e sostenere la propria proposta culturale: ha già fatto ricorso sull’esito della valutazione della Commissione e si riserva di valutare se procedere con altri ricorsi a livelli amministrativi superiori” (Ansa).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.