Tangenziale bici. Primi numeri dal monitoraggio: 4300 ciclisti al giorno

Bologna 29 mar.- Ma è vero che la tangenziale della bicicletta è poco utilizzata? A sei mesi dall‘inaugurazione dell’anello ciclabile sui viale di circonvallazione di Bologna abbiamo chiesto all’assessore alla mobilità Andrea Colombo i numeri del monitoraggio realizzato dalla facoltà di ingegneria dell’Università di Bologna per conto del Comune. Sono stati monitorati tre punti da metà settembre a metà ottobre del 2014 e da metà settembre a metà ottobre del 2015 che hanno rilevato come a porta S.Felice il numero dei ciclisti sia praticamente raddoppiato, da 500 a 1000. Un altro paio di punti monitorati l’anno scorso hanno visto 1000 ciclisti in viale Silvani in corrispondenza di porta San Felice e 2300 in viale Ercolani in corrispondenza dell’ospedale Sant’Orsola. In totale 4300 ciclisti al giorno nei tre punti monitorati anche se va precisato che sono numeri assoluti.

inaugurazione tange bici

l’inaugurazione della tangenziale con il campione Felice Gimondi

Numeri che incoraggiano l’assessore Colombo per cui “la tangenziale bici è un’infrastruttura assolutamente nuova anche nel panorama nazionale che ha bisogno di un certo tempo per entrare nelle abitudini delle persone. E’ un po’ come il Kiss&Ride in stazione che è aperto da circa un anno e non è ancora utilizzato al pieno delle sue potenzialità”. Colombo spiega che sono 2000 i veicoli che utilizzano il parcheggio sotterraneo della stazione finalizzato alla sosta rapida: “Cosa significa? Che è inutile? Io non credo ma penso invece vada fatta più informazione sull’esistenza di queste infrastrutture”. Sulla mancanza di cartelli per segnalare il Kiss&Ride Colombo ammette che “il segnalamento non è sufficiente, siamo al lavoro con le ferrovie. D’altronde l’accesso al parcheggio sarà semplificato quando alla fine di quest’anno si concluderanno i lavori dell’asse nord-sud, è una nuova strada che sta nascendo sotto i binari e che darà un nuovo accesso diretto sia dai viali che da via Zanardi e via Carracci”.

Per quanto riguarda invece il completamento della tangenziale della bicicletta a livello dei giardini Margherita i lavori partiranno in estate: “E’ già stata fatta la gara d’appalto”  ha spiegato Colombo. Più complicata la parte della stazione, da quelle parti chi arriva dalla tangenziale bici deve passare sulla pista ciclabile di via Boldrini ” ma quando viale Pietramellara verrà interrato per il traffico privato nella parte in superficie circoleranno mezzi pubblici e biciclette”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.