Sveglia Bologna. In migliaia in Piazza Nettuno per i diritti lgbt

Bologna, 23 gen. – Piazza Nettuno strapiena questo pomeriggio per la manifestazione a favore delle unioni civili organizzata dalle associazioni lgbt. Alle 16 e alle 16.30 centinaia di sveglie e cellulari hanno suonato all’unisono, per chiedere alla politica di approvare il ddl Cirinnà senza stravolgimenti dell’ultimo minuto e per rivendicare parità di diritti per le coppie lgbt. In migliaia, tra cui tanti giovanissimi, hanno colorato la piazza, la scalinata della Sala Borsa e quella di palazzo Re Enzo.

Sveglia Bologna. Tutti in piazza per le unioni civili

Oltre alle associazioni (Arcigay, Arcilesbica, Arci, l’Uaar, la Cgil) c’era un bello spaccato di mondo politico proiettato verso le prossime comunali: dal sindaco Virginio Merola, che ha fatto suonare la sveglia del cellulare per dire che è ora di approvare la legge, al candidato del Movimento 5 stelle Massimo Bugani, fino a Coalizione civica. Il Pd, a livello nazionale partito diviso dalle unioni civili e atteso dalla prova del nove al Senato, si è presentato coi propri principali leader. C’era il segretario provinciale Francesco Critelli con una bella fetta di segreteria (il leader regionale Paolo Calvano era intanto in piazza a Ferrara), c’erano i parlamentari ed esponenti della segreteria nazionale Andrea De Maria e Francesca Puglisi.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.