“Sognando Gianni Morandi” un film che aiuta a crescere

14 marzo – Tredici ragazzi down che intraprendono un percorso di crescente autonomia condividendo lo stesso sogno: incontrare Gianni Morandi. Questa è la linea che segue il documentario di Antonio Saracino, promosso da Associazione d’iDee e sostenuto da una campagna di crowdfunding di successo che è riuscita a concentrare intorno a sé una certa attenzione mediatica. “Il documentario osserva la quotidianità di questi ragazzi mettendo in luce la loro capacità nel corso di un anno di rendersi sempre più autonomi” afferma ai microfoni di Piper il regista Antonio Saracino. La trama del documentario ruota intorno al protagonista Giovanni: “che mi è subito balzato agli occhi fin da quando ho iniziato a passare i primi giorni all’interno della Casa dell iDee di via Saragozza dove abbiamo girato il film. Il suo sogno di conoscere Gianni Morandi ci ha coinvolti tutti e lo abbiamo scelto come filo narrativo”.

Il documentario inizia con il messaggio lanciato su internet dai ragazzi dell’associazione: “La richiesta ha conquistato, nel giro di poco tempo, l’attenzione di molte realtà come Caterpillar di Radio2 arrivando fino al diretto interessato, Gianni Morandi, che alla fine ha davvero esaurito la richiesta dei ragazzi andando a trovarli nella sede dell’associazione e rimanendo con loro per qualche ora. Si è dimostrato sinceramente coinvolto dalla causa” ricorda Saracino.

Com’è stato ritrovarsi e lavorare in un contesto di quotidianità del genere? “Molti gesti di ogni giorno, che per noi risultano normali, per questi ragazzi non sono per niente scontati. Il documentario è stata un’esperienza di arricchimento personale e la continua crescita di autonomia personale dei ragazzi, lungo tutto il periodo delle riprese, è stata impressionante. La sfida è stata creare una trama narrativa partendo da un contesto che non potrebbe apparire come tale”.

Ieri sera al Mast di Bologna la prima sold out di Sognando Gianni Morandi ha visto la partecipazione dello stesso Morandi, mentre il debutto televisivo è previso per il 25 marzo su Rai3, alle 10,25, in occasione della Giornata nazionale sulla sindrome di down che si terrà pochi giorni prima.

Ascolta l’intervista di Piper al regista Antonio Saracino.

      Antonio Saracino

Antonio Ciulla

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.