Si può fare politica in questa città?


15 mar. – A Bologna si può ancora fare politica? Come trasformare un dibattito pubblico in un’azione politica? Una volta erano i partiti a farlo, ora pare abbiano abdicato a quel ruolo.

Mauro Zani, dirigente del Pci prima, poi dei Ds ed ora libero battitore e animatore di un frequentato blog di politica, condivide molte delle critiche alla classe dirigente cittadina e lancia la proposta di una lista civica, per le prossime elezioni, che comprenda il pd ma sia aperta a tutti. La prima domanda è come si può ancora fare politica a Bologna:

zani

In città qualcosa si muove. Martedì 16 marzo ci sarà un altro appuntamento alle Scuderie di Piazza Verdi per dare corpo ad un nuovo progetto politico che comprende anche la formazione di gruppi di lavoro e prevede dei “consigli fuori dal Comune”. Roberta Rendina è una delle animatrici di “Io ci sto”.

rendina

Voglia di fare politica anche sabato 13 marzo, in Piazza XX settembre, al presidio e al corteo organizzati dal Popolo Viola di Bologna. Alcune voci raccolte dalla piazza.

vociviola

Bologna, capitale dell’antiberlusconismo. Bologna città in cui i valori della tolleranza e della solidarietà ancora non sono scomparsi. Bologna, città in cui l’afasia della politica si sente ancora di più. Le riflessioni di Luca Alessandrini, storico e direttore dell’Istituto Parri, che risponde alla domanda: “come si fa politica oggi?”

alessandrini

Tag

Un commento

  1. Beh
    noi qualche strumento ce l’abbiamo col Teatro dell’Oppresso di Boal…
    se può interessare…

    Comment by Roberto on 12/04/2010 at 15:10

Allowed HTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Get the Flash Plugin to listen to music.