Si getta dalla finestra e muore durante la perquisizione della Polizia

Aggiornamento domenica 24 maggio – Gli agenti presenti nell’appartamento sarebbero stati tre, l’altro era nel cortile condominiale. Il nome della vittima era Akenouche Hocine.

Bologna 23 mag.- Un uomo è morto nel pomeriggio lanciandosi dalla finestra al quinto piano della casa dove abitava. Aveva 47 anni ed era di origine algerina. Si è lanciato dalla finestra mentre nell’appartamento era in corso una perquisizione di polizia, il corpo è precipitato su un’auto che era parcheggiata nel cortile del condominio di via Casoni, alla periferia nord, vicino alla fiera e alla tangenziale.

Secondo le informazioni fornite dalla Questura gli agenti erano arrivati nell’appartamento per un’indagine di droga e ad indicare l’algerino sarebbe stata una donna. L’uomo viene descritto come noto alle forze dell’ordine, senza documenti e con precedenti in materia di stupefacenti. Quando la polizia ha suonato al campanello l’uomo avrebbe aperto salvo poi provare a chiudere ma gli agenti si sono fatti strada nell’appartamento. Sempre secondo le informazioni fornite dalla polizia durante la perquisizione l’uomo era in mutande, gli agenti lo hanno informato che li doveva seguire in questura e avrebbe chiesto di vestirsi. Pare che avesse aperto un cassetto dove gli agenti avevano visto un coltello e gli hanno detto di chiuderlo. Da lì a poco l’uomo si sarebbe buttato dalla finestra.

In casa ci sarebbero state altri due uomini che la polizia sta sentendo.

Nel cortile condominiale sono stati trovati 45 involucri di cocaina e si presume che siano stati lanciati dall’appartamento.

Le indagini sono state affidate alla squadra mobile e coordinate dal pm Luca Tampieri. Dopo il sopralluogo di squadra mobile e polizia scientifica anche la Procura ha confermato la dinamica fornita dalla Polizia.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.