Sgombero per l’occupazione di Mura di Porta Galliera

Aggiornamento ore 13. Lo sgombero si è concluso attorno a mezzogiorno quando tutti gli occupanti sono usciti e sono stati identificati. Sul posto da metà mattinata erano arrivati gli assistenti sociali per proporre soluzioni abitative temporanee. A dieci nuclei familiari con undici minori e tre donne incinta è stato proposto l’albergo, per le persone singole la soluzione proposta è il dormitorio.

sgombero mura porta galliera

 

 


Bologna, 12 lug. – Ci sono stati alcuni momenti di tensione durante lo sgombero dell’occupazione di Mura di Porta Galliera. Gli attivisti presenti in piazza Mascarella hanno cercato di portare alcune bottiglie di acqua alle persone che si trovano dentro gli appartamenti ed hanno trovato l’opposizione delle forze dell’ordine. E’ volata anche qualche manganellata.
All’interno, fanno sapere gli occupanti, sono state staccate l’acqua e la luce elettrica.

A dare la notizia dello sgombero era stato poco prima delle 7 il collettivo Social Log, che aveva guidato l’occupazione il 18 giugno di due anni fa. Nello stabile con 19 appartamenti avevano trovato casa 31 famiglie con 19 bambini e due disabili. Poliziotti e carabinieri in assetto anti sommossa circondano la zona.

Per la palazzina occupata di via Mura di Porta Galliera risulta essere stato emesso un provvedimento di sequestro nel 2015.  I sequestri, aveva ripetuto più volte il procuratore aggiunto Giovannini, “prima o dopo verranno portati a compimento”.

social log bologna

mura di porta galliera sgombero

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.