Sgombero in via Stalingrado. Gli agenti entrano, ma Hobo non c’è

magazzini del popolo_sgombero_lungo

Lo sgombero degli ex Magazzini del Popolo – foto tratta dal profilo Facebook del collettivo Hobo

Bologna, 26 mag. – Nuovo sgombero questa mattina a Bologna. Questa volta gli agenti del Reparto mobile e della Digos della Questura di Bologna sono entrati nell’ex negozio Mercatone Uno di via Stalingrado, occupato dal 20 aprile scorso dal collettivo Hobo. Gli agenti sono entrati poco prima delle 8 e all’interno non hanno trovato nessuno del collettivo. La polizia, oltre ad apporre i sigilli allo stabile di proprietà del Gruppo Unipol e inserito in un progetto di rigenerazione urbana già approvato da palazzo d’Accursio, provvederà a chiudere gli accessi per impedire future occupazioni. Lo stabile, in questo mese o poco più di occupazione, è stato utilizzato dal collettivo per alcune feste e assemblee.

Il collettivo ha subito fatto sentire la propria voce su Facebook: “All’insegna della rendita e della speculazione gli Ex magazzini del EX-magazzini del POpolo, stabile abbandonato da anni di proprietà del gruppo finanziario Unipol, questa mattina sono stati posti sotto sequestro. Questo è il governo PD di Bologna, laboratorio del partito della nazione. Fanno il deserto e lo chiamano pace”.

Il collettivo ha anche precisato che nello stabile non vi era nessuno poiché non si trattava di un’occupazione a scopo abitativo.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.