Scuola. Via il tetto del 30% per i bimbi stranieri

Bologna, 24 giu. – Il prossimo anno scolastico, in Emilia-Romagna ci potranno essere classi in cui si supera il ”tetto” del 30% di alunni stranieri, con cittadinanza non italiana. A dare il via libera è l’Ufficio scolastico regionale, con una raccomandazione però: la richiesta di deroga al limite del 30% deve “necessariamente essere preceduta da azioni delle scuole, anche in rete, attraverso sinergie con gli Enti locali, volte all‘equilibrata distribuzione degli alunni con cittadinanza non italiana”.
Saranno poi gli Uffici Scolatici Territoriali a decidere caso per caso quali istituti potranno accedere alla deroga e quali no.  Tutto entro il 24 agosto, come specifica la direttiva dell’Ufficio precisando anche le modalità informatiche per la raccolta data sui casi di deroga a livello regionale.

Il tetto del 30% era stato introdotto nel 2010 dall’allora ministro all’istruzione Maria Stella Gelmini. Fin dall’inizio le istituzioni bolognesi si erano espresse in maniera contraria alla normativa.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.