Saluti a tutti

Cari ascoltatori, cari abbonati, viene per tutti il momento del congedo.
Adesso tocca a me: sono e resto un socio lavoratore della cooperativa, ma da oggi  non sarò più Direttore di Città del Capo Radio Metropolitana e della testata on line.
E’ una decisione annunciata da tempo, confermata nelle ultime settimane dal confronto interno nel quale è emersa chiara la volontà di cambiare.
La mia scelta è maturata molti mesi fa, a seguito dell’annuncio di porre fine all’esperienza della nostra cooperativa d’origine, la Not Available, per entrare in una compagine societaria più ampia.

Dopo 24 anni i soci hanno infatti deciso di cessare l’avventura da editori puri per proseguire l’attività editoriale in una cooperativa che gestisce molteplici attività. Questa scelta è stata motivata con l’esigenza di rafforzarsi economicamente in un periodo di crisi e di dare stabilità e un futuro professionale migliore e meno precario ai nostri soci lavoratori.
Tutte cose condivisibili.
Da parte mia ho espresso il timore che l’attività editoriale, diventando un sottosettore (peraltro economicamente poco appetibile), potesse progressivamente perdere la centralità e l’importanza che nel corso di questi anni abbiamo costruito attorno all’informazione e alla comunicazione indipendente.
Il tempo dirà se questi timori, come anch’io spero, si riveleranno infondati.

Nel periodo che ho passato tra mura di Porta San Felice prima, e poi qui in Berretta Rossa, ho svolto molte funzioni: per circa dodici anni ho fatto il Presidente della cooperativa occupandomi del suo sviluppo editoriale, dal 2009 sono invece tornato a fare quello con cui avevo iniziato: il responsabile della struttura giornalistica.
Sono stati anni piuttosto intensi, basti dire che abbiamo fatto in tempo a cambiar governo, e a vedere alternarsi, in città, tre sindaci e un commissario. Uno dei quali ha indelebilmente legato la sua avventura politica proprio in un dibattito nei nostri studi.
In quest’ultimo periodo, anche grazie alle testate web e ai social network, la nostra produzione informativa è molto cresciuta, sia in termini d’ascolto che come contatti on line.

Nel dare “l’in bocca al lupo” a Lucia Manassi per il suo nuovo incarico, voglio ringraziare tutti coloro con i quali ho lavorato qui a Bologna, in redazione e in cooperativa, poi gli amici di Popolare e delle radio del Network, i colleghi delle altre testate e i tanti ospiti e personalità che ho avuto modo di incontrare e intervistare.
E infine, ma non ultimi, voi tutti all’ascolto: spero che il lavoro fatto sia stato di vostro gradimento e mi auguro continuerete anche in futuro ad apprezzare la nostra presenza nell’etere.

Un saluto e un abbraccio da Paolo Soglia

 

Il saluto di Lucia Manassi

Con grande entusiasmo ho accettato di diventare direttrice di Radio Città del Capo.

E’ la mia casa ormai da più di dieci anni, mi ha accolto dopo più o meno sette anni trascorsi a Radio Popolare di Milano. E ringrazio per questo proprio Paolo Soglia.

Manterremo la barra dritta, continuando ad esercitare la nostra assoluta autonomia, proponendo agli ascoltatori strumenti per interpretare una realtà sempre più complessa e in rapida trasformazione.

L’attenzione alle buone pratiche si deve tradurre per me anche nel nostro lavoro di tutti i giorni, perché la coerenza è importante. Condivisione è un valore forte, messa in comune di competenze, aiuto reciproco nel dare il meglio. Il mio lavoro alla radio punterà sempre di più su questo, investendo sul collettivo di lavoratori e di collaboratori, preziosi singolarmente e insieme ancora di più. Penso ad una “bioradio”, ad un corpo collettivo capace di aprirsi agli ascoltatori e ai navigatori, che cercherà di utilizzare al meglio tutte le potenzialità dei social media.

Un luogo di produzione di informazione, cultura, socialità che si rivolge ad una comunità composita, legata al territorio ma anche transnazionale. La rete è nostra alleata, ci fa parlare ed ascoltare oltre le mura della nostra città. Un collettivo che “emette”, ma anche “riceve”.

Che a sua volta fa parte di un’altra rete, quella di Popolare Network, a cui, anche per la mia storia personale, mi sento particolarmente legata. Più cervelli, più intelligenze, più saperi insieme per potervi dare il meglio.

Grazie come sempre alle ascoltatrici e agli ascoltatori.

 

Tag

3 commenti

  1. Un saluto affettuoso a Paolo e un caloroso benvenuto alla nuova direttrice, Lucia. Sono certo che rimarrete uno dei miei punti di riferimento anche per i prossimi anni. In bocca all’upupa 😉
    Alberto

    Comment by Alberto on 02/11/2011 at 10:28

  2. Tante parole ma la verità è che siete venduti al PD!!
    Adioss

    Comment by Enzo on 02/11/2011 at 14:20

  3. Caro Enzo, sei proprio fuori strada.

    Comment by Manassi on 02/11/2011 at 15:40

Allowed HTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Get the Flash Plugin to listen to music.