Saeco. “Philips non arretra, vuole licenziare un lavoratore su due”

Bologna, 28 gen. – Si aprirà sotto il segno della protesta anche la giornata di domani alla Saeco di Gaggio Montano, dove proseguirà lo sciopero di un’ora a rotazione per sostenere il presidio davanti ai cancelli e non fare uscire i camion dell’azienda, proprio come è successo oggi. I sindacati sanno che ieri sera c’è stata una videoconferenza fra il ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi e il ceo di Philips Frans van Houten, non confermato dal ministero.

“Van Houten ha confermato il piano industriale, per loro è indispensabile fare i 243 licenziamenti“, dice Marino Mazzini, segretario della Fim Cisl di Bologna, che aggiunge: “Sappiamo che il ministro sta cercando di incontrare i vertici italiani di Philips”.

“Il fatto che non trapelino notizie ufficiali lascia presupporre che la multinazionale abbia ribadito le propri posizioni”, deduce Stefano Zoli di Fiom Cgil Bologna e ribadisce le condizioni del sindacato per aprire un negoziato

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.