Ronchi: “Per cambiare ci vuole coraggio, Merola invece galleggia”

Bologna 13 mar.- Alberto Ronchi, ex assessore alla cultura della giunta Merola “licenziato” dal sindaco durante il caso Atlantide e ora impegnato in prima linea nel progetto di Coalizione Civica, promuove l’atto della cancellazione dei murales di Blu voluto e portato avanti dallo stesso graffitista e da molti e molte che hanno passato un’intera giornata a togliere i graffiti e ripassare i muri di vari punti di Bologna con vernice grigia. L’occasione gli è propizia per attaccare l’amministrazione e dire che “anche in questo caso non si capisce la posizione del Comune di Bologna; Merola come sempre sta un po’ di qua e un po’ di là, Lepore dice altre cose (va specificato che l’assessore si è detto a favore dell’atto ndr), Conte fa della poesia”.

Ronchi ha notato una cosa: nel murales all’XM24 è stato salvato un frammento che rappresentava Atlantide: “Un intervento intelligente in senso politico generale, quella di Atlantide è stata una svolta politica in città e dopo quell’evento a Bologna il centrosinistra non esiste più”. “Blu – spiega Ronchi – non solo ha fatto un atto politico contro la mostra, eccetera, ma è riuscito con il piccolo gesto di Atlantide a segnalare che lì c’è stato un elemento di grande rottura generale nel rapporto tra i cittadini o una parte dei cittadini e l’amministrazione Merola”.

Su Coalizione Civica è netto: “Corriamo per vincere le elezioni” e appoggia senza esitazioni il candidato Federico Martelloni, “ha vinto la persona che mi auguravo vincesse”. L’ex assessore fa notare che a Bologna è in atto qualcosa di unico in Italia: “Una formazione realmente di sinistra che sia alternativa”. Per Ronchi il candidato Martelloni: “Ascolta la città, ha un’esperienza personale importante sul mondo del lavoro ma è anche capace di mettersi in sintonia con altri aspetti della città

Poi Ronchi continua ad attaccare le politiche dell’amministrazione accusandola di essere troppo discrezionale: “Un esempio è il bando Incredibol “che può anche andare bene ma qualcuno mi deve spiegare perchè c’è chi ha una concessione ventennale (il riferimento è all’associazione Kilowatt che gestisce le Serre dei giardini Margherita con una concessione ma di 15 anni ndr) e il Covo o il Cassero devono andare a bando ogni tre anni”.

Anche Alberto Ronchi ha portato con sè tre brani musicali. Ecco le sue scelte in ordine di trasmissione: Television /Little Johnny Jewel, Jam / Thick as thieves, Cavern of anti – matter / Liquid gate.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.