“Rimandare gli sfratti si può”. Prove di dialogo tra Comune e Social Log

Bologna, 8 set. – Il Protocollo antisfratti si può modificare, anche a partire dalle proposte avanzate da Social Log. Lo dichiara Riccardo Malagoli, assessore alle Politiche abitative del Comune di Bologna, al termine del tavolo sull’emergenza abitativa che si è tenuto questa mattina in Prefettura. Al tavolo è emersa la possibilità di confrontarsi su alcune proposte “e noi, come sempre- afferma l’assessore- siamo disponibili a dialogare“. Soprattutto a partire dal Protocollo antisfratti firmato lo scorso novembre, “che contiene già la possibilità per chi è sotto sfratto, in particolar modo se è vicino all’assegnazione di un alloggio popolare– ricorda Malagoli- di avere una proroga di sei mesi, se il proprietario è favorevole”.

Sul funzionamento di questo meccanismo Social Log “ci ha detto di avere alcune idee da proporre- continua Malagoli- e siamo rimasti d’accordo che ci invieranno un documento, che vaglieremo insieme alla Prefettura”. Si conferma, dunque, la disponibilità da parte del Comune a ragionare sul rinvio degli sfratti. “E’ gia” previsto dal Protocollo”, ripete l”assessore: “Se poi ci sono delle modifiche da fare, così com’è già avvenuto dal 2011 in poi, si possono valutare insieme a tutti i soggetti che l’hanno sottoscritto”, riaprendo il tavolo con tutte le associazioni coinvolte. Insomma, se anche sindacati di base e collettivi “hanno idee che stanno dentro la legislazione- tende la mano l’assessore- le possono proporre”.

No comment dall’assessore invece sull’ipotesi di accordo per trasformare l’ex residence Galaxy in un palazzo destinato all’emergenza abitativa.

Gli attivisti di Social Log hanno detto di essere “soddisfatti per l’avvio di un dialogo interistituzionale, che è esattamente ciò che chiedevamo”, e per “l’apertura alle nostre istanze mostrata dall’assessore, che ha riconosciuto la necessità di modificare il protocollo attuale, inadeguato a far fronte alle nuove povertà”. Parlando davanti a una quarantina di persone riunite in un presidio davanti alla Prefettura, i rappresentanti di Social log precisano che nel corso del vertice “non si è parlato delle occupazioni in corso, ma soltanto dell”emergenza sfratti, che da qui a dicembre riguarderà 57 famiglie che si sono rivolte a noi”, e pur esultando per l’apertura mostrata da Malagoli sottolineano che “questo è solo il primo passo, e noi continueremo a portare avanti le nostre istanze”.

Il collettivo scenderà di nuovo in piazza sabato 12 settembre per la Notte Rossa del diritto all’abitare, a partira dall’occupazione dell’Ex Telecom di via Fioravanti 27, alle 20.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.