Riforma della giustizia minorile. I Tribunali dei minori rischiano di scomparire

4 mag. – La riforma della giustizia minorile, ora ferma in Senato, prevede la soppressione dei Tribunali e delle Procure per i minorenni e la loro sostituzione con sezioni specializzate all’interno dei Tribunali ordinari ed è inserita all’interno del DDL 2284 “Delega al Governo per l’efficienza del processo civile” voluto dal Ministro della giustizia Andrea Orlando.

L’emendamento che prevederebbe la cancellazione dei Tribunali e delle Procure per i minori è stato presentato da sette senatori del Partito Democratico e il primo firmatario è il senatore Giuseppe Lumia.

Il mondo della giustizia è in rivolta: magistrati, associazioni, avvocati. Molte le organizzazioni che, da nord a sud, si sono mobilitate per chiedere l’autonomia dei tribunali e delle Procure per minorenni, è stata lanciata una petizione contro la riforma su change.org che ha raggiunto quasi 26mila firme e un appello “Salviamo i tribunali per minorenni”, dell’Associazione nazionale dei magistrati per i minorenni e per la famiglia

Ne abbiamo parlato questa mattina a “Oltre le mura” con Paolo Tartaglione, pedagogista, referente “Infanzia, adolescenza e famiglie” del Cnca Lombardia e promotore della petizione contro la Riforma; con Cristina Maggia, magistrato a Capo della Procura Minorile di Genova e vicepresidente dell’Associazione Nazionale dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia; e con l’avvocata Luciana Sergiacomi, vicepresidente della Unione Nazionale delle Camere Minorili.

      RIFORMA GIUSTIZIA MINORILE

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.