Rievocazione storica sull’Appenino per portare più turismo

Bologna, 14 apr. – L’Appenino bolognese celebra il settantesimo anniversario della Liberazione. Dal 18 al 26 aprile e dal 17 al 21 giugno, un programma ricco di eventi animerà la terza edizione di “Linea Gotica”, la manifestazione itinerante di rievocazione storico-militare. L’iniziativa ha fra gli obiettivi rendere la Linea Gotica anche un prodotto commerciale che alimenti nuove forme di turismo culturale per la zona appenninica. “Vogliamo che la città conosca la sua montagna”, ha dichiarato Gianalberto Cavazza, vicesindaco del Comune di Lizzano in Belvedere.

La rassegna comincerà il 18 aprile a Vergato con la presentazione del documentario “Il comandante John Gino Costantini”, a cura di Gabriele Ronchetti. Secondo Marco Tamarri, responsabile del settore Turismo e Cultura dell’Appenino bolognese, “il film non ha solo valore documentaristico, ci sono interessanti scelte artistiche”.

Proiezioni, plastici, dibattiti ma anche musica e balli. La sera del 21 aprile, Lizzano in Belvedere tiene il tempo con i Combat Folk, gruppo della zona. Non mancheranno i grandi classici: domenica 26 aprile al Parco di Monte Sole di Marzabotto (ore 16) si chiude con “BELLA CIAO”, live di revival folk con Riccardo Tesi, Ginevra di Marco, Elena Ledda.

Sei i comuni coinvolti in una stretta collaborazione: Marzabotto, Vergato, Monzuno, Castel d’Aiano, Gaggio Montano, Lizzano in Belvedere e Monteacuto delle Alpi. Ne abbiamo parlato con Massimo Gnudi, consigliere metropolitano con delega alle Politiche per l’Appenino bolognese e sindaco di Vergato.

 

Serena Riformato

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.