Resa dei conti per Sel Bologna. “Basta verifiche, ci convochiamo per l’alternativa al Pd”

12191043_1007623912593490_5963774764831218434_nBologna, 5 nov. – Il centro sinistra è finito, e così si sta esaurendo il sostegno di Sel alla giunta del sindaco Merola. Ne sono convinti i firmatari di un documento a cui aderiscono, tra gli altri, il vicepresidente del quartiere Saragozza Fausto Tomei, il capogruppo di Sel in Regione Igor Taruffi, la capogruppo in Comune Cahty La Torre, i coordinatori dei circoli cittadini Di Folco e Volontè, l’ex consigliere regionale Gian Guido Naldi, i responsabili (dimissionari) di Sel Bologna in materia di ambiente, welfare, organizzazione. E ancora i due membri dell’assemblea nazionale di Sel Federico Martelloni e Luca Basile. Seguono altre cinquanta firme. “Il vento del 2011 è spirato, un’operazione di pura conservazione sarebbe accanimento terapeutico e ci consegnerebbe al fianco di un partito e di una comunità ben diversa da quella che incontrammo allora”. Continua il documento: “La disgregazione del centrosinistra ha messo in moto forze e realtà, locali e nazionali. Molti dei compagni di quel periodo sono da tempo aldilà delle colonne d’Ercole, altri vi stanno giungendo. E’ tempo di elaborare il lutto, alzare gli occhi, esprimere la nostra idea di città e cercare compagni di viaggio in mare aperto, come abbiamo sempre professato”.

Fausto Tomei, che per primo ha condiviso su facebook il documento, pur senza nominarla usa parole bellicose nei confronti della coordinatrice cittadina Egle Beltrami, che da tempo parla di una verifica interna al partito sul tema del rinnovo dell’alleanza col Partito democratico. “Ormai da mesi assistiamo all’esercizio stilistico della ‘verifica’ – scrive Tomei pubblicando un testo condiviso con gli altri firmatari- quando i fatti che si sono susseguiti, a partire dallo sgombero di Atlantide, la cacciata di Ronchi, gli annunci sul passante nord, fino alla preoccupante apertura dei cantieri sul People Mover, suggeriscono che non è più il tempo delle verifiche e che è giunto il tempo delle constatazioni”. Continua Tomei: “Due settimane fa abbiamo richiesto, come Circoli cittadini, che si discutesse in una assemblea aperta, plurale, vera, il futuro e la proposta di Sel per le prossime elezioni amministrative di Bologna. A questa richiesta è stato risposto che il coordinamento locale intende seguire il percorso di ‘verifica’ che si è dato. La stessa risposta è stata data alla dirigenza nazionale che, nonostante guardi da lontano e non da vicino come noi, si è accorta che a Bologna non ci sono più le condizioni per una alleanza con il PD e dovremmo tutti impegnarci in un progetto di governo alternativo“. Da qui l’autoconvocazione: “Invitiamo i simpatizzanti e tutti coloro che sono interessati ad una alternativa di governo di questa città, per Giovedì 12 Novembre alle 19 nella sede di Sel Bologna”.

Se Tomei e gli altri usano toni ostili nei confronti della coordinatrice cittadina, Egle Beltrami su facebook rimanda le accuse al mittente. Segno che dentro Sel la guerra è ormai dichiarata, e non si fa più sottobanco. “Ieri sera, subito dopo l’incontro a Roma, con il coordinamento abbiamo convocato un’assemblea federale di SEL allargata ad iscritti ed amministratori per giovedì 12 alle 19. Oggi pomeriggio leggo di un’autoconvocazione di iscritti per giovedì 12 alle 19 con un documento, per molti punti, ampiamente condivisibile. Certo da chi, come me, ha sempre detto che l’alleanza con il Pd sarebbe stata tutto fuorchè scontata. Sono felice che oggi l’abbiano capito anche persone che allora erano troppo prese da una verifica non sui temi, ma su probabili destini personali. Nell’ultimo mese abbiamo fatto 4 assemblee con gli iscritti, gli amministratori, il capogruppo alla Camera. E ora arriva l’autoconvocazione sulla convocazione. Se si vuole ancora più ascolto e confronto sono pronta a convocare gli iscritti anche ogni sera dopo le 18 e pure ad andare casa per casa. Se si vuole forzare un percorso democratico, con le sue regole che sono garanzia per tutti, non solo non sono disponibile ma mi opporrò sempre”.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.