Referendum. La pioggia rovina la festa al Comitato Articolo 33

23 mar. – La pioggia ha rovinato la festa al comitato Articolo 33, promotore della consultazione che si terrà il prossimo 26 maggio sui finanziamenti comunali alle scuole dell’infanzia paritarie private. Erano in 200 all’evento organizzato sul Crescentone di piazza Maggiore per il lancio della campagna referendaria che chiede di destinare alle scuole pubbliche il milione e passa di euro che ogni anno Palazzo d’Accursio dà alle scuole paritarie private. “A” è infatti la risposta che il comitato invita a crocettare il prossimo 26 maggio, la stessa “A” che oggi è stata tracciata, anche con l’aiuto di molti bimbi, sul Crescentone.

La portavoce del comitato, Francesca De Benedetti, ha risposto agli avversari, al comitato contrario al referendum guidato dall’economista cattolico Stefano Zamagni: “Appendiamo che sostenere la scuola pubblica significa tornare al passato – dice De Benedetti – Bene, noi guardiamo al futuro, un futuro in cui la scuola pubblica sia in forze e in cui con i soldi di tutti si finanzia la scuola pubblica”. Il sistema integrato, secondo De Benedetti, si è mostrato “fallimentare, con liste d’attesa nelle scuole pubbliche e posti disponibili in quelle private”.

In campo al fianco dei referendari è sceso anche il segretario regionale della Fiom, Bruno Papignani che ha attaccato il sindaco Virginio Merola: “Merola dovrebbe stare a guardare e dire ai cittadini ‘andate a votare e ditemi cosa devo fare’. Invece – dice Papignani – non ho capito come sia possibile che un’amministrazione pubblica sponsorizzi delle scuole private”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.