Priolo: “Non solo biciclette, guardiamo anche ad altro”

Bologna, 31 ago. – “Il bici plan va avanti” garantisce, ma “sulle biciclette è stato fatto molto, ora dobbiamo guardare anche ad altro”. Così Irene Priolo, neoassessora alla mobilità del Comune di Bologna, presenta il suo modello di traffico a Bologna. “Il tema della mobilità ciclabile va integrato con tutto il piano della mobilità, anche al trasporto pubblico locale” specifica l’assessora. E sul suo precessore, Andrea Colombo, commenta: “Sulla mobilità lui ha fatto un lavoro difficile, forse è mancato un dialogo con la città che va recuperato”.

Altro tema di peso della mobilità bolognese, il People Mover, vede fredda l’assessora. Non si torna indietro a cantieri aperti “ormai deve andare avanti”, sottolinea, ma secondo la sindaca di Calderara la monorotaia non basta e commenta: “dovremo lavorare anche per collegare la stazione non solo con l’aeroporto, ma anche con le aree nord [FICO] e altre”. “Dobbiamo fare gli altri passi avanti”, dice riferendosi anche al Servizio Ferroviario Metropolitano.

Priolo è stata al centro di polemiche legate alla sua nomina per il doppio ruolo di assessora e sindaco del Comune di Calderara. Critiche che non sono arrivate solo dalle opposizioni, ma anche dall’interno del Partito Democratico, da Gabriella Montera. “Preferisco la trasparenza, nella dialettica politica è necessario dire le cose che si pensano” risponde Priolo ed il riferimento è anche alle sue passate critiche al sindaco Virginio Merola, quando il primo cittadino era in attesa di riconferma. Priolo invece rifiuta di rispondere a chi sottolinea il fatto che sia la moglie di Andrea De Maria, altro democratico, deputato, fortemente critico con il primo cittadino bolognese: “Non vedo cosa c’entri con l’attività che io faccia la persona con cui sono sposata” risponde dura.

Nessun timore invece sul cumulo delle deleghe né su una possibile incompatibilità con l’incarico a Calderara, Priolo sottolinea che è stata finora consigliera delegata al traffico in Città Metropolitana: “Lì non ci sono state le stesse polemiche, forse perché la legge lo prevede”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.