Polizia e carabinieri in Bolognina per lo sgombero di via Mario De Maria

Sgombero in via De Maria. Carabiniere ai cronisti: “Non c’è diritto di cronaca” – AUDIO

Bologna, 11 ott. – Si è concluso in tarda mattina lo sgombero delle case in via Mario de Maria. “Presto ci sarà una nuova occupazione, è inevitabile, vista la situazione”, ha detto un attivista di Social Log, il collettivo che ha sostenuto le famiglie occupanti, al termine della mattinata. Mentre dal Comune arrivano alcune dichiarazioni dell’assessore alla Casa Virginia Gieri: “E’ tutto sotto controllo“, ha dichiarato, riferendo che dalle case sgomberate “le persone sono uscite serenamente”. Gieri promette “un report preciso” sulle attività svolte dal Comune ma rispetto al fatto che i cronisti sono stati tenuti a distanza, allargando le braccia ha detto: “C’è stata un’operazione di Polizia…”. Poi ha aggiunto: “A me il vicequestore ha detto che c’era un’operazione in corso e quindi non potevano entrare”.

Diverso il racconto che emergenze dalle testimonianze raccolte questa mattina nell’area dello sgombero. Un vicino che abita di fronte alle palazzine sgomberate racconta quello che ha visto dalla sua finestra, mentre altre due persone, che abitavano nelle case sgomberate, raccontano di occupanti colpiti con i manganelli dagli agenti entrati dalle finestre. Ascolta le testimonianze:

Dalle prime luci dell’alba decine di agenti in tenuta antisommossa hanno bloccato le strade della Bolognina per lo sgombero delle palazzine occupate nel marzo 2014 da alcune famiglie organizzate dal collettivo Social Log. Fulvio Massarelli, del collettivo, ha detto che nei due stabili abitano 84 adulti e 34 bambini. “Dopo il cambio di amministrazione (il Merola bis, ndr) non ci sono stati contatti né con il nuovo assessore (Virginia Gieri, ndr) né con i servizi sociali”. Gli occupanti dall’interno del palazzo occupati dicono che sono state staccate l’acqua e la corrente elettrica e denunciano l’uso di pepper spray da parte degli agenti entrati nello stabile (ma la questura smentisce categoricamente).

In via Matteotti, circa un ottantina di militanti di SocialLog ha dato vita ad un presidio in solidarietà con gli occupanti.  E ci sono stati anche alcuni tafferugli con le forze dell’ordine che cercano di allontanare i manifestanti.

Via Carracci è chiusa dalle camionette delle forze dell’ordine nel tratto che va da via Fioravanti a via Matteotti; chiusi anche gli accessi alla stazione di via Carracci. “Oggi Pazienza in Bolognina” twitta il presidente del quartiere Daniele Ara.

 I carabinieri hanno seguito a corsa i manifestanti per via Tiarini fino a via Fioravanti.

Alcuni momenti dello sgombero: polizia e vigili del fuoco tentano di entrare dalle finestre dello stabile.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.