Più controlli e militari per la Bolognina

Bologna, 12 gen. – Verranno rafforzati anche con unità dell’Esercito i controlli nella zona della Bolognina, dove nelle ultime settimane sono state numerosi i furti, le rapine e le spaccate. E’ quello che ha deciso il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che si è riunito in Prefettura a Bologna. All’incontro erano presenti il prefetto Ennio Mario Sodano, il questore Ignazio Coccia, il comandante provinciale dei carabinieri, Valerio Giardina, della finanza Antonio Sebaste, il sindaco Virginio Merola, l’assessore alla sicurezza urbana, Riccardo Malagoli, il presidente del quartiere Daniele Ara e il comandante della municipale, Carlo di Palma. Ci saranno inoltre maggiori controlli grazie a telecamere per la video-sorveglianza. Nella zona Bolognina nel 2015 sono state arrestate 131 persone – spiega in un comunicato la Prefettura – denunciate 354 e identificate 8.000 persone.

All’incontro il sindaco Merola ha fornisce qualche dettaglio in più su quanto sarà fatto in Bolognina, dicendo che “saranno aumentate le pattuglie diurne di Polizia municipale e quelle serali di Polizia e Carabinieri“. Merola garantisce poi che le spaccate “non sono minacce mafiose, ma sono opera di persone disperate che cercano soldi per procurarsi la droga, come ci risulta dalle notizie provenienti dalla magistratura”. Si tratterebbe quindi di reati “collegati all’incremento di spaccio e consumo di eroina e cocaina”. Per risolvere la situazione, secondo il sindaco, è dunque necessario “perseverare nel lavoro di controllo che già viene svolto, e dati alla mano i risultati ci sono, sapendo che possiamo anche autotutelarci con misure di prevenzione”. Ecco perché, oltre ad aumentare i controlli delle Forze dell’ordine, affiancando loro, durante il giorno, unità dell’Esercito, saranno installate “otto telecamere in punti nevralgici del Quartiere, e intendo anche coinvolgere le associazioni dei commercianti e la Camera di commercio per fare il punto sulle misure di autotutela dei negozi”. Il sindaco, infine, risponde ai giornalisti anche sulla questione dell’ex clinica Beretta, attualmente occupata, limitandosi però a dire che “se ne è discusso e stiamo adottando le misure necessarie, ma non dico altro perche” abbiamo bisogno di lavorare in pace”.

Il presidente del Navile, Daniele Ara, accoglie con soddisfazione il rafforzamento degli interventi anti-crimine in Bolognina (“quello di oggi è stato l’incontro più produttivo a cui abbia partecipato”) ma chiede anche di andare in fondo alla natura dei furti con spaccata a ripetizione ai danni dei negozi. “Escludono il racket, ma io chiedo che si guardi fino in fondo che non ci siano altre forme di pressione, diverse dal racket classico. Questo va chiarito”. Inoltre Ara, che domani ospiterà tanto il sindaco Virginio Merola quanto il prefetto Ennio Mario Sodano nella sede del quartiere, ha chiesto durante la riunione del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza di questa mattina che si assesti un colpo decisivo ai danni dello spaccio. “Parallelamente alla nuova illuminazione e alla videosorveglianza, è il momento di dare un colpo definitivo a quei bar che sono ricettacoli di spaccio. Ho indicato due punti ben precisi: l’angolo tra via Franco Bolognese e via Fioravanti e quello tra via Albani e via Dall’Arca”. Ma la svolta, dopo mesi di denunce sulla situazione della Bolognina, potrebbe essere vicina. “Ringrazio il prefetto- dice il presidente- perché oggi sono stati messi in fila tutti i progetti, per la prima volta ho percepita una coerenza anche con quello che sta facendo l’amministrazione comunale. Oltre l’aumento di impegno, ci è stato dato un quadro rassicurante sul fatto che il problema non viene preso sottogamba”. Esulta anche il parlamentare Pd Andrea De Maria, componente della segreteria nazionale del partito. Sono molto soddisfatto che in tempi molto rapidi sia arrivata una risposta dal Governo per una maggiore presenza sul territorio, per la Bolognina ma non solo, in seguito ai fatti criminosi che sono accaduti”, sottolinea De Maria. “Era una richiesta che avevo fatto anch’io- prosegue il democratico- e penso che la risposta molto sollecita da parte del Governo sia un fatto molto positivo”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.