Piscine. A Bologna gli impianti del Comune assegnati per 25 anni

piscina acqua foto flickr Jorge Franganillo CC BY 2.0

foto flickr Jorge Franganillo CC BY 2.0

Bologna, 11 ago. – Il Comune di Bologna ha assegnato un bando da 110 milioni di euro per la gestione e la manutenzione delle piscine. L’ati formata da Sogese, Uisp, Csi, 2000 Service, President Swimming e De akker team si occuperà per 25 anni di sette impianti: la piscina dello Stadio e la vasca olimpionica sempre allo Stadio, la piscina Cavina di Borgo Panigale, la piscina Vandelli del centro sportivo Arcoveggio, quella dello Spiraglio, la piscina Sterlino e la piscina Tanari.

Quella presentata dall’ati guidata da Sogese era l’unica candidatura in campo, dopo che la sua proposta di gestione degli impianti per il nuoto era stata giudicata di pubblico interesse nel dicembre scorso. Nelle piscine, chiarisce il Comune, “dovranno inoltre essere installati impianti per la riduzione del consumo energetico e dovrà aumentare il livello di sicurezza degli operatori e degli utenti”. In cambio i gestori riceveranno da palazzo D’Accursio una media di un milione e 88.000 euro l’anno. “Il gestore si è impegnato a realizzare investimenti per 5,5 milioni di euro nei primi tre anni, di cui 2,5 milioni per il solo impianto dello Sterlino. Le tariffe invece “saranno in linea con quelle attuali per l’utenza libera mentre per i corsi organizzati sono state stabilite in ambito di gara”. Per quanto riguarda l’attività agonistica le tariffe “saranno differenziate per fasce orarie invece che per tipologia di attività”.

Commenta l’assessore allo Sport Matteo Lepore: “La chiusura di questa gara permette un investimento inedito per la riqualificazione degli impianti del nuoto. Con una concessione di 25 anni dobbiamo consegnare alle nuove generazioni una delle infrastrutture per lo sport più importanti d’Italia all’altezza del movimento sportivo di questa città che, ad esempio, è riuscito a portare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro diversi campioni e campionesse cresciuti nel vivaio bolognese”. Un lavoro iniziato sotto la gestione del precedente assessore Rizzo Nervo, ricorda Lepore, e infatti “era già stato concluso l’acquisto da parte del Comune della piscina dello Sterlino e la riapertura della vasca olimpionica dello Stadio”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.