Pillati pronta per il bis: “Sono a disposizione”

Bologna 19 apr.- Difende il suo lavoro e quello della giunta in questi 5 anni sul fronte scuola e spiega che, se il sindaco lo vorrà, “è a disposizione” per continuare il lavoro fatto. L’assessore alla scuola Marilena Pillati, ospite nei nostri studi, ammette che tra le insegnanti delle scuole dell’infanzia serpeggia del malessere e che bisognerà lavorare per “armonizzare meglio i contratti”. Il tema è quello delle assunzioni degli insegnanti di scuola dell’infanzia con contratto enti locali (e non col contratto scuola), una decisione osteggiata da alcuni sindacati (come quelli di base e l’Adi) e maldigerita anche dagli altri.

L’intervista è partita dalle importanti novità che riguardano i criteri di accesso ai nidi di Bologna che da quest’anno cambiano. Si potrà infatti iscrivere il bimbo o la bimba anche se non è ancora nato e se all’inizio dell’anno educativo avrà un’età di almeno tre mesi, si potrà rinunciare alla prima scelta senza perdere automaticamente il diritto al nido, se avviene un cambiamento nella condizione lavorativa di uno dei due genitori lo si potrà comunicare anche a bando chiuso. Il bando si è aperto ieri, 18 aprile, e si chiuderà il 19 maggio.

Sul fronte del progetto Luglio, le scuole dell’infanzia aperte a luglio sul modello dei nidi, spiega che sarà una “novità importante” e che gli insegnanti potranno usufruire di una settimana incentivata (il contratto enti locali prevede infatti 42 settimane di lavoro all’anno, chi insegnerà nel progetto luglio avrà una settimana in più di lavoro che verrà incentivata con 50 euro al giorno).

“Con la creazione dell’Istituzione scuola abbiamo potuto assumere insegnanti e personale collaboratore – ha sottolineato Pillati – al contrario avremmo dovuto esternalizzare o assumere solo sulla base del turn over che attualmente è del 25%”.

Ad un’osservazione di un’ascoltatrice sul referendum sui finanziamenti comunali alle scuole dell’infanzia private che Pillati ha sempre detto di non approvare ha risposto che “Se andrà a vedere il lavoro di questa giunta che ha difeso moltissimo l’offerta pubblica di scuola, sono sicura che si ricrederà”.

Get the Flash Plugin to listen to music.