Piazzola, scatta la protesta degli ambulanti: “Non tagliateci le bancarelle”

protesta-piazzola

Bologna,18 nov- I commercianti della piazzola stamattina hanno protestato in via Irnerio contro il restyling del Comune di Bologna che prevede un taglio di 50 bancarelle del mercato. Gli ambulanti non ci stanno e chiedono un dialogo con l’assessore Matteo Lepore e con l’amministrazione comunale per far sì che si trovi un’altra soluzione.

Il taglio delle bancarelle, passeranno da 360 a 290, è stato dichiarato necessario per migliorare la viabilità in via Irnerio durante i T-days, come ha spiegato la settimana scorsa l’assessore Matteo Lepore. In ballo, come denunciato dagli ambulanti, ci sono il futuro e i posti di lavoro di oltre 50 persone. Di questi banchi oltre la metà è di commercianti stranieri. “Siamo a tutti gli effetti cittadini italiani”  dice a voce alta Raza Azif, uno dei lavoratori stranieri. Presenti alla manifestazione i consiglieri comunali dell’opposizione Lucia Borgonzoni, Manes Bernardini, Massimo Bugani e Francesco Sassone.

Qui la voce di alcuni degli ambulanti durante la protesta di stamattina: “Questa è una prima manifestazione pacifica ma se non troveranno una soluzione – commenta Stefano Stampone, ambulante della piazzola – la prossima volta andrò in Comune con un bastone a spaccare tutto”.

I commercianti della piazzola rilanciano la protesta per lunedì 21 novembre alle 15 in piazza Maggiore.
piazzola-non-tagliarci-protesta

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.