Piazza Verdi. Merola: “Ordinanze perenni e un grande progetto di rilancio”

Bologna, 10 mar. – “Se stiamo in silenzio non vuol dire che non abbiamo presente i loro problemi”. Il sindaco di Bologna Virginio Merola prende parola e commenta quanto detto ieri dai vertici dell’azienda Alce Nero, che pur volendo restare in via Petroni (dove c’è un punto vendita) hanno lamentato tutte le difficoltà di una zona specializzata “in cicchetti a 1 euro” e “dove la sera non arrivano più clienti”.

“Stiamo aspettando nuovi provvedimenti sui poteri dei sindaci e preparando un grande progetto di rilancio della zona universitaria”. Per quanto riguarda i nuovi poteri che dovrebbero essere assegnati ai primi cittadini, Merola pensa ad “ordinanze non solo contingibili e urgenti ma perenni, indeterminate. Se metteremo un tetto alle licenze? Ci sta lavorando l’assessore Lepore- risponde Merola- sicuramente non avere il potere di dire che in una strada ci sono troppe licenze dello stesso tipo non sta in piedi, ma il Governo sembra avere compreso il messaggio”.

Da tempo il primo cittadino sta sottolineando l’importanza del decreto sulla sicurezza che, ha scritto Merola nella sua newsletter dell11 febbraio scorso, “rafforza i poteri dei sindaci affidando loro nuove possibilità sanzionatorie e che prevede patti tra territori e ministero”. “Dobbiamo ovviamente capire meglio i confini nei quali ci muoveremo anche rispetto al provvedimento che è stato battezzato “daspo urbano”  – scriveva Merola – ma sento che, finalmente, c’è un’idea del rapporto con le città che prevede un diretto coinvolgimento dei sindaci”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.