PerAspera, nona edizione: domani il via al TPO

STUPOR_Roma_03

 

Bologna, 15 giu. – Multidisciplinarietà e diffusione. Potrebbero essere queste le parole d’ordine di PerAspera, il festival di arti performative contemporanee che arriva quest’anno alla nona edizione e inaugura domani al TPO di Via Casarini, all’interno del cartellone di bè – bolognaestate 2016.

Multidisciplinare perché, sin dalla sua prima edizione, PerAspera ha abituato il pubblico ad un intersecarsi di performance, teatro, danza, musica, installazioni e progetti multimediali che si susseguono spettacolo dopo spettacolo e sera dopo sera.
Diffuso perché, per il secondo anno consecutivo, PerAspera parte da Bologna per andare a toccare poi altri quattro luoghi della Città Metropolitana (Castel Maggiore, Budrio, Grizzana Morandi e Casalecchio di Reno).

Fino al 6 luglio, il festival porterà in città – e in alcune location storiche e significative dei luoghi limitrofi – i nomi più interessanti della scena contemporanea internazionale: dalle anteprime nazionali di CiRCA69 (nome d’arte del britannico Simon Wilkinson) che propone due progetti multisensoriali e installativi per uno spettatore alla volta, alla danza di Lara Russo e Nicoletta Cabassi, passando per la performance dei francesi Collectif Patriotisme e la musica del duo elettroacustico Bardo Todol, produzione di Tempo Reale, centro di ricerca musicale fondato da Luciano Berio che da 4 edizioni è prestigioso partner del festival.

Il programma completo con le date e i luoghi del festival si trova qui, mentre qui sotto potete ascoltare la direttrice organizzativa Maria Donnoli ai microfoni di Palomar:

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.