Pendolari AV obbligati a prenotare il posto

Bologna, 1 lug. – Ha impiegato quasi due ore ieri sera per prenotare, sul sito di Trenitalia, per tutto il mese, il proprio viaggio da pendolare fra Bologna e Milano ad alta velocità. L’alternativa sarebbe stata compilare un modulo allo sportello, indicando una seconda scelta e sperando di non perdere né il primo né il secondo treno. E’ successo a Talitha Altamirano, che questa mattina a Sulla bocca di tutti ci ha raccontato la propria esperienza di abbonata AV, che da oggi deve prenotare il posto. Lo ha deciso Trenitalia, salvo aggiungere, dopo una consultazione con il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, che fino al 15 luglio non ci saranno sanzioni per chi non avrà prenotato.

La prenotazione obbligatoria e gratuita per gli abbonati AV Trenitalia è stata introdotta “per porre fine ai viaggi in piedi per indisponibilità dei posti, un fenomeno che era stato richiamato anche dall’agenzia per la sicurezza nei trasporti ferroviari”, si legge in una nota dell’azienda. Sulla Torino-Milano i pendolari hanno fatto una petizione contro la prenotazione obbligatoria. Ma quello dei viaggi in piedi è “un problema non così evidente sulla tratta Bologna-Milano”, ci spiega la signora Altamirano. Nella sua esperienza, “succede al lunedì, quando ci sono i pendolari del weekend” e pensa che basterebbe aggiungere qualche treno nell’orario di punta per evitare l’affollamento.

In Emilia-Romagna le preoccupazioni dei pendolari AV sono state raccolte dall’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, che ha chiesto a Trenitalia di tenerne conto.

Anche l’Auorità garante per i trasporti ha aperto una pre istruttoria sul caso, sollecitata dai pendolari AV delle tratte Torino-Milano e Napoli-Roma.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.