Parte il Piano Freddo, ma non c’è posto per tutti: “Presentatevi fra 18 giorni”

Bologna, 1 dic. – Come ogni anno il primo dicembre è il giorno di apertura del Piano Freddo: sono 287 i posti letto messi complessivamente a disposizione dei senza casa dal Comune di Bologna. Ma un’ora prima dell’apertura dell’Help Center, il servizio di accoglienza e smistamento del Comune gestito dalla cooperativa Piazza Grande, c’è già la fila. Sono circa 40 le persone senza fissa dimora che aspettano al piazzale est della stazione, stringendo il proprio numero in mano, ma non tutte troveranno posto oggi, perché dei 287 ne verranno assegnati solo una piccola parte. “Ci proviamo. Iniziamo con 50 posti per il fine settimana, distribuiti tra oggi, domani e domenica”, spiega l’operatrice Marina Padula. Il che vuol dire che per i primi giorni non tutti potranno contare su di un tetto e una stanza calda. “I posti saranno assegnati gradualmente per evitare un afflusso troppo intenso nelle varie strutture”.

      Marina Padula, Help Center

 

Una piccola parte dei 287 posti è inoltre già stata assegnati. “La novità di quest’anno è che l’help center, in collaborazione con tutti i servizi territoriali, il Servizio sociale bassa soglia e di prossimità, le Unità mobili di sostegno e l’Unità di strada, ha segnalato e contattato prima le persone incontrate nel corso dell’anno e ritenute maggiormente fragili. In modo che anche all’Help Center non ci sia un afflusso di persone tale da non poter gestire il lavoro”.

      Senza fissa dimora, 'All'ufficio dicono di tornare il 18 dicembre'

 

Per tutte le persone che rimarranno escluse in questo primo weekend, l’attesa si protrarrà quindi fino al 18 di dicembre, quando apriranno le porte la struttura di Via Fantoni (33 posti) e Villa Serena (35 posti). Tanto che, prima ancora che venga smaltita la fila, si consiglia già a chi è in attesa di ripresentarsi direttamente il 18, “per evitare il freddo e la fila”. Ad avere la precedenza sono le persone con fragilità e quelli “che da mesi si presentano all’help center”. La situazione nei dormitori sarà comunque dinamica, dopo due assenze l’utente perderà il posto letto e così in continuazione si libereranno nuovi posti. “Per questo diciamo comunque a tutti di provare a venire comunque all’help center giorno dopo giorno”.

I racconti e le testimonianze di chi era in attesa all’Help Center.

      Senza fissa dimora

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.