Overdose. Il Narcan è sparito dalle farmacie

naloxone narcan eroina

Bologna, 21 set – A Bologna è sparito il Narcan, il farmaco anti-overdose che ogni farmacia deve avere sul proprio scaffale. È una situazione che va avanti almeno da un mese.  I farmacisti spiegano che si tratta, come si dice in gergo, di un “farmaco mancante”: l’azienda produttrice non rifornisce i magazzini col risultato che il medicinale non arriva al banco, nonostante si faccia l’ordine.

Il principio attivo è il Naloxone, una sostanza antagonista degli oppiacei che iniettata in tempi brevi può salvare la vita a chi è intossicato, ad esempio, dall’eroina. Una fiala non è sufficiente a contrastare un’overdose, ma in una situazione d’emergenza è la prima cosa da fare prima di andare in ospedale. Senza l’iniezione la morte potrebbe arrivare prima dei soccorsi. Ad oggi l’unica soluzione però che i farmacisti danno al telefono è quella di rivolgersi a loro colleghi dell’appennino, a circa 70km dalle Due Torri, per poi scoprire, una volta contattata la farmacia, che quello che agli altri risulta disponibile è scaduto ad agosto.

Eppure nel 1998 la regione Emilia-Romagna fu il primo ente pubblico in Italia a distribuire gratuitamente il kit salvavita per i tossicodipendenti. I Sert regionali distribuirono 10mila fiale di Narcan inserite in alcuni portachiavi per avere con sé “l’unico farmaco in grado di contrastare l’effetto di overdose da eroina”. “Se servisse anche solo per una persona sarà un progetto utile”, diceva all’epoca l’allora assessore alle politiche sociali Gianluca Borghi.

Le nostre telefonate. Circa due settimane fa avevamo contattato diverse farmacie, in San Donato e in Bolognina e nessuna di queste aveva il Narcan. In San Donato 9 farmacie su 9, in Bolognina 8 su 8. “Non so quando arriverà – raccontava un farmacista – la situazione è bloccata da mesi”. Allora speranzosi avevamo contattato un’altra farmacia: stessa risposta. Altro numero, niente Narcan.

Qualcuno poi, finalmente, ci aveva detto di contattare 4 farmacie che dal sistema informatico risultavano avere alcune confezioni disponibili. E in effetti due di queste avevano il Narcan, ma era scaduto.

In un’altra farmacia ci spiegavano, invece, che si trattava di una cosa abbastanza normale: capita che alcuni farmaci non siano ciclicamente disponibili, specialmente se medicinali di piccola produzione e poco venduti come il Narcan. “È un farmaco obbligatorio, viene tenuto solo per questo, ma non si vende tanto – commentava un altro farmacista contattato – non so che problemi ci siano, forse di distribuzione o di produzione. Alcuni farmaci nel tempo si estinguono perché esauriscono le scorte di principio attivo. Aspettiamo il nuovo lotto  in teoria dovrebbe essere disponibile dal 12 settembre, in pratica non si sa”.

Allora dopo quella data abbiamo contattato di nuovo le farmacie per vedere se la situazione fosse cambiata. Niente da fare, il Narcan è ancora mancante. Nonostante il Naloxone sia l’unica sostanza iniettabile senza obbligo di prescrizione medica (SOP), non si riesce ad avere una confezione di Narcan neanche se si contattano 20 farmacie di Bologna.

Antonella Scarcella

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.