Il pop di Oh Land in versione acustica e live

ohland02

29 ott. – La musica di Nanna Øland Fabricius, meglio nota con il nome di Oh Land è coloratissima, come il pubblico del Locomotiv Club ha avuto modo di sentire giovedì scorso, quando la musicista danese è passata in città per l’appuntamento di ottobre con la rassegna Murato. Come da tradizione, Nanna è passata dai nostri studi per un live davvero esclusivo: insieme al chitarrista Owen Beverly, Oh Land ci ha suonato due brani in un’inedita versione acustica e ci ha raccontato della sua musica, partendo dalla sua formazione. “Sono cresciuta in un ambiente molto legato alla musica classica: mia madre è una cantante d’opera e ho cantato io stessa nella chiesa dove mio padre è organista. Poi ho cercato qualcosa di più selvaggio e mia sorella, che è più grande di me di undici anni, mi ha passato un mixtape trip-hop che arrivava direttamente da Londra“, ci ha raccontato la nostra cantante, aggiungendo che a questa “scoperta di generi” ha contribuito anche un fidanzato batterista jazz.

Ma cosa trasforma un’appassionata in una musicista, che decisione c’è dietro? “Nessuna decisione!”, ha ribattuto Nanna, “Ci è voluto molto per definirmi musicista, ma quando inizi a vendere biglietti dei tuoi concerti e registri i tuoi dischi un maniera professionale, non puoi girarci intorno.” Di dischi Oh Land ne ha pubblicati quattro, insieme a due e ep e diversi singoli: in ognuno c’è un gusto pop definito che non teme le contaminazioni con classica, jazz, elettronica e rock. Su tutto la splendida voce di Nanna, sulla quale anche la madre ha voce in capitolo: “Non ha peli sulla lingua, mi dice sempre quello che pensa, compresa la sua canzone preferita: è buffo, perché ama pezzi che non mi aspetterei, come ‘My Boxer’, uno dei miei brani meno melodici. Probabilmente gli piace perché mi vede come una persona creativa e si ricorda di quanto fossi selvaggia da piccola.”

Godetevi quindi queste versioni di “Nothing Is Over” e “Head Up High” ridotte all’osso, che rivelano il metodo di lavoro di Oh Land, o almeno quello recente: “Un tempo partivo dalla produzione e poi andavo alla melodia, ora mi metto davanti al piano o con un chitarrista e scrivo le mie canzoni”. Godetevi live e intervista di una musicista che ci ha conquistato.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.