Occupazione in via Zago: “La Rage”. Era un ex centro Cesare Ragazzi

La rage "Lo spirito ribelle non muore mai. Morez sempre con noi"

Foto di Zic.it

Bologna, 11 mag. – Nuova occupazione a Bologna in via Emilio Zago 1, in quello che una volta era un centro di Cesare Ragazzi: l’occupazione, scattata sabato sera, è stata annunciata da un comunicato firmato “La Rage“.

All’interno dello stabile, al momento, fa sapere la Questura, ci sono quattro o cinque persone, che sono stati riconosciuti dalla Digos come appartenenti al gruppo di militanti anarchici vicini all’aula C, da oggi ufficialmente sotto sequestro.

Nel testo del comunicato, pubblicato su Zic.it, si fa cenno alla “speculazione divorante” e al “processo di gentrificazione” che “si abbatte sul corpo di una società sempre più sradicata”. “La Rage”, si legge ancora, “apre le porte a tutte le soggettività nomadiche, compagni e compagne, che condividono i principi di anti-militarismo, anti-capitalismo, anti-fascismo, anti-sessismo, anti-specismo ed anti-autoritarismo”. Questa, infine, la dichiarazione d’intenti: “Occupiamo questo spazio nel tentativo di accendere un focolaio di idee che divampi nella selva moderna. Rivendichiamo il tempo che ci è stato sequestrato”.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.