O.R.k.: uno showcase “animalesco” a Maps

 

ork 1 feb

Bologna, 1 feb – Una potente session acustica dal vivo e una divertentissima chiaccherata a Maps con LefLorenzo Esposito Fornasari (voce di Berserk! e Obake) e Carmelo Pipitone (chitarrista dei Marta sui Tubi), i due italiani del progetto O.R.k.supergruppo nato dalla collaborazione con i due mostri sacri del rock internazionale Pat Mastelotto (King Crimson) e Colin Edwin (Porcupine Tree). L’album nato da questa inedita combinazione, uscito lo scorso ottobre, si intitola Inflamed Rides  e verrà portato in tour dal 3 febbraio.

Partiamo dal nome, O.R.k. “È nato al Pratello, chiaccherando di un documentario sulle orche. Abbiamo scoperto che invece di compiere strani e faticosi movimenti, aspettano che le foche arrivino a portata di fauci: insomma, abbiamo premiato la praticità sullo stile e le tequilas hanno fatto il resto”.

Gli O.R.k. sono questo, ironici e leggeri nel raccontarsi, ma diretti e frontali nella loro musica. “È nato tutto in fretta, istintivo e lineare” dice Lef . “Abbiamo composto in due giorni sei o sette pezzi, cercando di essere noi stessi senza vincoli, partendo da quello che ci piace ascoltare. Volevamo fare quello che piace a noi prima di tutto. E senza rinunciare a divertirci”. Carmelo conferma:  “In questo disco c’è in in gioco la nostra parte istintiva, animale”. Un legame sottolineato dalla copertina del disco e in genere dall’immaginario visivo della band, la cui vocazione internazionale è evidente. A questo proposito, ci siamo chiesti come sono stati coinvolti i mostri sacri del rock internazionale che hanno in carica la parte ritmica del gruppo.

“Abbiamo mandato le tracce voce e chitarra a Pat e Colin che hanno capito come intervenire”: un lavoro di botta e risposta a distanza via Skype e mail che ha permesso ai musicisti di “essere in studio anche se in continenti diversi”. Qui non c’è quell’odore di parti incollate che spesso hanno i progetti a distanza, anzi: il suono sembra registrato in presa diretta. “Per trovarlo abbiamo fatto tutto noi, dalla registrazione, al missaggio e alla produzione. Solo la masterizzazione è stata messa a punto a New York. Lavorare all’estero è diverso, la collaborazione è ben vista mentre in Italia ognuno pensa al proprio orticello”. Sarà per questo che diverse date del tour sono all’estero? Intanto ecco dove potete assaggiare la potenza del quartetto tra Nord, Sud e Centro.

03 febbraio: Molfetta @ Cittadella degli Artisti
04 febbraio: Rome @ Teatro Quirinetta
05 febbraio: Caserta @ SMAV /Santa Maria e Vico)
06 febbraio: Bastia Umbra (PG) @ Teatro Esperia
07 febbraio: San Ginesio (MC) @ Teatro Leopardi
09 febbraio: Modena @ OFF
10 febbraio: Milano @ La Salumeria della Musica
12 febbraio: Livorno @ The Cage Theatre
13 febbraio: Ravenna @ Bronson
14 febbraio: Pordenone @ il Deposito

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.