“O noi o loro, Uno bianca”

lapide strage Pilastro

Bologna, 20 lug. – Il monumento ai tre carabinieri uccisi dalla banda dei fratelli Savi, in Piazza Lipparini, è stato imbrattato con la scritta “O noi o loro, Uno Bianca“. La strage compiuta nel gennaio del 1991 dai poliziotti assassini ha segnato profondamente il Pilastro, legato al ricordo delle giovani vittime.

L’auto blu dell’Arma venne investita da un fiume di pallottole mentre percorreva Via Casini. Dopo la strage, gli inquirenti imboccarono una serie di false piste. Furono i fratelli Savi a confessare la responsabilità dell’assassinio di Mauro Mitilini, Otello Stefanini e Andrea Moneta durante il processo, tre anni dopo.

cippo Pilastro

Sdegno e solidarietà ai familiari sono stati espressi dal sindaco di Bologna Virginio Merola, dal presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e dalle presidenti del Consiglio Comunale Simona Lembi e dell’Assemblea Legislativa Simonetta Saliera.

Il Presidente del Quartiere San Donato, Simone Borsari, e il Circolo La Fattoria del Pilastro invitano i cittadini a testimoniare la condanna e la solidarietà alle famiglie delle vittime unendosi domenica 26 luglio alle 19.30 alle staffette podistiche che ogni anno organizzano davanti al cippo di Piazza Lipparini l”appuntamento per non dimenticare le vittime del terrorismo.

Foto di Alessandro Zanini – Redazione Pilastro 2016 e Noemi Piccioli

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.