Nuvola nera su Pontecchio. Incendio in una fabbrica di vernici

incendio vernici pontecchio

Foto di Lorenzo Zanarini

Bologna, 25 mag. – Ci sono voluti quattro mezzi dei vigili del fuoco e più di un’ora di lavoro per contenere l’incendio scoppiato verso le 11,30 in una fabbrica industriale di vernici a Pontecchio di Sasso Marconi, la Funari e Gentilini. All’origine delle fiamme c’è stata una scintilla prodotta da un macchinario e l’intervento tempestivo dei pompieri, ha fatto sapere il Comune di Sasso Marconi, ha scongiurato un danno più grave, perché in quell’ambiente si trovavano 200 kg di vernice.

La nube nera provocata dalla combustione è stata spostata dal vento. “Per l’entità dell’incidente non sono state necessarie ordinanze specifiche – spiega l’amministrazione comunale -, la nube è molto ben visibile e, trattandosi di vernici, si consiglia di evitarla chiudendo porte e finestre se ci si trova nell’area di passaggio”. Oltre a danni contenuti all’edificio, l’incendio ha causato un ferito lieve, ora sotto osservazione, tra i sei addetti presenti. Sul posto, oltre alla polizia municipale e ai vigili del fuoco, sono al lavoro anche i tecnici di Arpa.

Questo è quello che si vedeva poco dopo le 11,30 dal Molino Ferri di Sasso Marconi, che abbiamo raggiunto al telefono

Il comunicato di Arpa: “L’incendio ha interessato la ditta Funari e Gentilini s.n.c. Verniciature Industriali, in via del Sagittario 13 a Sasso Marconi (Bo) e si è sviluppato alle 10.30 circa di oggi. Alle ore 12,30, su segnalazione dei Vigili del Fuoco, è intervenuta Arpae con tre tecnici del Servizio territoriale di Bologna. Giunti sul posto, hanno verificato che l’incendio era stato quasi completamente domato e che la sede dell’Azienda risultava distrutta. Come da procedura, Arpae ha effettuato lungo il perimetro dell’area interessata dei rilievi sulla qualità dell’aria, per la verificare l’eventuale presenza di Sostanze organiche volatili (SOV), mediante un Fotoionizzatore portatile (PID). Le analisi hanno avuto esito negativo (i valori sono risultati pari a quelli di fondo ambientale), pertanto non si è ritenuto di eseguire ulteriori indagini.
Contemporaneamente Arpae ha verificato che le acque di spegnimento erano confluite nella fognatura bianca stradale ed aziendale, che da informazioni assunte dall’ufficio tecnico comunale, afferisce al depuratore di Borgonuovo. Per questo motivo è stato avvertito il gestore dell’impianto (Hera). Concluso l’intervento sul luogo dell’incendio, Arpae verificherà ora la regolarità delle autorizzazioni in campo ambientale dell’Azienda Funari e Gentilini”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.