Nuova occupazione di Social Log. 31 famiglie, anche cinesi

sociallog

Bologna, 18 giu. – Nuova occupazione in Mura di Porta Galliera 11. Con il collettivo Social Log 31 famiglie sono entrate nel palazzo, che contiene 19 appartamenti. Ci sono 29 bambini e due persone disabili. Sono famiglie di origine italiana, borsniaca, marocchina, tunisina, sudamericana e anche cinese. Molti di loro hanno subito uno sfratto oppure, spiegano, non riuscivano più a pagare l’affitto. Ad uno di loro è stata pignorata la casa dopo la perdita del lavoro.

Lo stabile di quattro piani è completamente vuoto e, stando a quanto raccontano gli occupanti, privato. “La proprietà ha 27 alloggi a Bologna e una decina ad Imola” spiega Luca, portavoce del collettivo. Sullo striscione, appeso dalle finestre, si legge: “Ribaltiamo il piano casa. Sulla dignità non si specula”. Gli attivisti, da tempo contestano il piano casa del Governo Renzi che nega residenza e utenze agli occupanti abusivi. Per la nuova occupazione, annunciano: “Chiederemo le residenze e gli allacci delle utenze regolari”. In via Mario De Maria, altra occupazione di Social Log, il Comune aveva concesso le residenze, prima che il piano casa venisse approvato definitivamente.

Al piano terra c’era anni fa la vecchia sede della Trattoria La Matta, ora trasferita. Gli occupanti stanno pensando di trasformare quei locali in un ristorante sociale.

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.