“Non mi ricandido ma sostengo Merola”

Bologna, 30 dic. – “Ho fatto un’esperienza straordinaria con le primarie e facendo l’assessore, nel 2016 compirò 62 anni, lavoro da 40 anni, penso sia giunto il momento di cominciare un’altra parte della mia vita”. Così l’assessore comunale al Welfare Amelia Frascaroli spiega perché ha deciso di non ripetere l’esperienza di 5 anni fa. “Non mi ricandido perché, a livello personale, penso di essere arrivata alla fine di un cammino”. “Diffido delle autocandidature”, precisa, e per chiarire la sua posizione cita don Giuseppe Dossetti. E se qualcuno glielo chiedesse? “Dovrei rivedere tutta la mia filosofia di vita, al momento non vedo spazi”, conclude.

Rimane invece più che mai convinta sul sostegno al sindaco Virginio Merola, come ha fatto sin dalla lista di appoggio alle ultime amministrative. Ma il suo sostegno, per ora, avverrà nelle scelte dei prossimi 6 mesi di fine del mandato, perché “in questo momento non ho le condizioni per fare una lista” pro Merola, “non dipende solo da me”, aggiunge.

“Frascaroli ha ragione, oggi non ci sono più le condizioni per una lista civica in appoggio di Merola”, ha commentato Cathy La Torre, consigliera comunale di Sinistra italiana-Sel. Mentre i vertici del Pd sarebbero fiduciosi sulla prospettiva di una lista civica di centrosinistra pro Merola.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.