Nodo di Bologna: “Banalizzazione e corsia dinamica insieme”

Foto pubblicata su Facebook

Bologna, 3 ago. – Che il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture consideri il Passante un “progetto folle” è ormai chiaro, lo conferma personalmente il sottosegretario Michele Dell’Orco a Radio Città del Capo. Il nodo della questione è piuttosto quale potrebbe essere l’alternativa per risolvere il problema del traffico che – “non bisogna nascondersi” – a Bologna rimane. Al momento Dell’Orco conferma che le ipotesi aperte sono ancora due e che “una non esclude l’altra: in parte una banalizzazione e in parte la terza corsia dinamica”. Ancor meglio “intelligente”, perché agevolerebbe “le categorie più virtuose: car pooling oppure i mezzi elettrici”. I due interventi quindi potrebbero integrarsi, portando da una parte all’abbattimento delle barriere tra tangenziale ed autostrada (appunto la ‘banalizzazione’), dall’altro alla trasformazione della corsia di emergenza in terza corsia intelligente o dinamica. A questa se ne aggiungerebbe poi una ulteriore: “Potenziare il trasporto pubblico a livello di bus e di ferrovie nei pressi del bolognese”.

“Questi tre piccoli interventi sarebbero sufficienti e stravolgerebbero il progetto del Passante di Bologna”, chiarisce il sottosegretario. Quale di queste strade si deciderà di percorrere, singolarmente o insieme, il Ministero lo confermerà a settembre, momento in cui Dell’Orco confida che la valutazione in corso sarà già terminata. L’unica cosa certa per ora è che rispetto al Passante questi progetti alternativi avrebbero un “minore costo economico e di impatto ambientale”. L’appuntamento con la Conferenza dei servizi, segnato in calendario per il 13 settembre, inizia effettivamente a vacillare ma comunque, anche se non dovesse svolgersi quel giorno, il sottosegretario si dice certo che “entro l’anno” l’incontro con la Regione Emilia-Romagna ci sarà. Sbilanciandosi ad assicurare che “se si trovano soluzioni che riescono ad alleggerire il traffico e sono meno impattanti dal punto di vista ambientale ed economico, la Regione e gli enti locali potrebbero anche approvare”.

      Michele Dell'Orco Passante

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.