New York fa male, gli scrittori dovrebbero starci lontano quanto più possibile.

29

Ospite della penultima puntata de La colazione dei campioni è Giulio  D’Antona, giornalista culturale, blogger e sceneggiatore di Topolino, nonché scrittore che ha scelto di dividersi tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America, per la precisione New York City.

Ed è proprio New York il centro attorno al quale ruota il reportage narrativo Non è un mestiere per scrittori, ultimo titolo della collana filigrana di minimum fax, un lungo e appassionato viaggio nella città che è il centro dell’editoria mondiale, un luogo dove tutti gli aspiranti scrittori del pianeta vorrebbero essere.

Per capire in che direzione stia andando l’editoria americana Giulio D’Antona ha preso in considerazione tutta la catena produttiva/creativa del mondo dei libri nei nostri anni, incontrando e passando del tempo con scrittori, editori, agenti, librai, editor, mostri sacri  e perfetti sconosciuti, ognuno con la propria visione delle cose, ognuno, certamente, con la propria storia da raccontare.

A seguire il podcast della puntata con l’intervista completa a Giulio D’Antona.

Tracklist:

  • William Tyler, Sunken Garden, da Modern Country, Merge Records, 2016
  • Swans, People like us, da The Glowing man, Young God Records, 2016
  • Beth Orton, 1973, da Kidsticks, Anti Records, 2016

DOWNLOAD LCdC_S04E29

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.