I My Gravity Girls e la tetralogia dei sentimenti

My Gravity Girls - Foto di Mattia Bergonzi

Foto di Mattia Bergonzi

18 nov. – Un romanzo musicale in quattro capitoli come spina dorsale di una storia entro la quale chiunque, all’ascolto, può immedesimarsi. Questo è il cuore pulsante del progetto di debutto dei My Gravity Girls, intitolato Irrelevant Pieces Tetralogy: “Abbiamo cominciato a lavorare insieme cinque anni fa”, racconta Mattia, frontman della band di Parma. “All’inizio volevamo registrare un doppio cd, poi sviluppando i brani abbiamo percepito un’atmosfera che univa attraverso un filo invisibile ogni singola traccia. Così li abbiamo riuniti in quattro volumi, come un romanzo, le cui parti verranno pubblicate piano piano, per dare tempo a chi ci ascolta di conoscere tutte le nostre sfaccettature musicali e narrative“. Quattro volumi per quattro tappe della vita danno origine a una tetralogia intrisa di amore, silenzio, perdita, ma soprattutto speranza.

Lo sviluppo narrativo è accompagnato da un perfetto crescendo sonoro che, partendo con il tipico folk di matrice americana, giunge nel terzo e quarto volume a toccare sonorità più alternative rock ed elettroniche. “I dischi sono un’evoluzione: già nel secondo volume si percepisce la differenza”, spiega il musicista a Maps. “È presente un approccio più orchestrale, non tanto a livello sonoro, quanto come gruppo, con arrangiamenti più complessi e corali.” Qui sotto potete ascoltare il live della band nei nostri studi, con brani estratti dal primo volume, come nel caso di “Sea Song #2 (Ghosts and Parasites)“, e dal secondo, come “Whispers” e “Sea Song #4“. Fatele vostre, mentre atendiamo la fine di maggio per l’uscita del terzo capitolo.

Elena Usai 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.