Il mondo in musica per le strade del Ferrara Buskers Festival

Immagine del Buskers Festival a Comacchio

Copyright: Ferrara Buskers Festival

Bologna, 19 ago. – È partita da Mantova la 29esima edizione del Ferrara Buskers Festival e raggiungerà la città estense il 20 agosto per restarci fino al 28 agosto. La Rassegna Internazionale del Musicista di Strada può contare a Ferrara ogni anno su oltre 800mila spettatori e su più di 100 spettacoli gratuiti al giorno. Quest’anno saranno in scena i 20 gruppi di musicisti invitati protagonisti, di cui 4 provengono dall’Austria, per la prima volta la nazione ospite della rassegna, mentre gli altri 16 giungono da diversi Paesi d’Europa, dagli Stati Uniti, dal Sud America, dalla Russia, dall’Australia e da ogni più impensabile parte del globo. A loro, tra le strade rinascimentali e medievali di Ferrara si aggiungono circa mille musicisti per dar vita a coinvolgenti show espressione delle più variegate realtà musicali del mondo. Strumenti provenienti da antiche culture si mescolano con sperimentazioni innovative in un vortice di suoni, colori e tante iniziative capaci di divertire spettatori di ogni età e provenienza. Dopo Mantova il programma prevede venerdì 19 agosto una tappa a Comacchio (FE), il 20 e il 21 a Ferrara, il 22 a Lugo (RA) e dal 23 al 28 agosto di nuovo nella città estense.

Tra gli artisti invitati anche i Die Wandervögel. Non solo musicisti di strada, ci racconta il leader del gruppo austriaco, Bryan Benner, “suoniamo ovunque, in sala o in cucina, ma suonare per strada è un’esperienza molto bella, speciale”. Abbiamo presentato in onda la nuova edizione del festival con lui e con Roberta Galeotti, responsabile artisti invitati del Ferrara Buskers Festival.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.