Multe e denunce in arrivo per la serata del Cua in via Zamboni

back-in-the-streetz

Foto dalla pagina facebook del Collettivo universitario autonomo di Bologna

Bologna, 23 set. – Sono in arrivo multe e non si escludono denunce per una ventina di persone che la polizia ha individuato come gli organizzatori dell’evento lanciato ieri sera in via Zamboni dal Collettivo autonomo universitario, Back in the streetz. “Nei prossimi giorni la Polizia Municipale provvederà a notificare i verbali delle violazioni amministrative accertate nel corso della notte, mentre la Questura, al termine delle proprie indagini, riferirà come di consueto in Procura”, si legge in una nota della prefettura che fa il bilancio della serata. Gli agenti della polizia di stato e i vigili comunali hanno contato fino a 130 partecipanti, “mentre 250 giovani trascorrevano la serata nella limitrofa Piazza Verdi”, fa sapere piazza Roosvelt.

“Ma quale sabba!”, scrive stamattina il Cua su facebook, che accusa di grottesco la stampa locale per come ha descritto le iniziative organizzate negli ultimi giorni in zona universitaria, sostenendo che si tratta non di party ma di iniziative politiche: “Qui si esprime la vera ricchezza di questa zona, la possibilità per tantissimi e tantissime di esprimersi e stare insieme al di fuori e contro logiche mercificatrici o nichiliste. Qui, tra un murales in sostegno alla resistenza di kobane e uno in ricordo del compagno Francesco Lorusso, ogni passo è politico, esprime il desiderio ed il bisogno di essere altro rispetto alle forme di vita preconfezionate che ormai non sopportiamo più”.

L’operazione congiunta di polizia e vigili arriva dopo le polemiche fra la Questura e il sindaco Virginio Merola, che aveva definito “scarso”, l’intervento di polizia in occasione della festa notturna di sabato scorso in piazza Aldrovandi, suscitando l’ira dei sindacati degli agenti e la reazione del procuratore capo Giuseppe Amato, che aveva parlato di critiche ingenerose da parte del sindaco. Ieri il primo cittadino e il questore hanno avuto un incontro in cui hanno messo a punto una nuova strategia basata su prevenzione e contenimento, con la Digos nel ruolo di mediatore.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.