Monte Sole. L’Anpi contro il tour privato a pagamento: “Pronti alle barricate”

Bologna, 12 apr. – “Sono davvero sconcertata” dice Anna Cocchi, presidente dell’Anpi di Bologna, in merito al tour “Viaggio nella Memoria. L’eccidio di Monte Sole” organizzato per il 25 aprile prossimo da I Love Emilia Romagna. Quello che non va giù alla presidente dell’associazione dei partigiani è che si usi il 25 Aprile per fare del commercio. “Sono pronta ad alzare delle barricate contro coloro che pensano di gestire la Memoria con del danaro” dice Cocchi. E’ un ‘no’ secco quello che arriva da Anpi, che contesta la scelta di fare il tour proprio il 25 aprile: “Si può fare Memoria anche in altri 364 giorni nell’anno, questa è davvero una speculazione di carattere economico, deplorevole all’ennesima potenza”.

Cocchi fa appello agli organizzatori perché ci ripensino e lo spostino e, nel caso questo non accadrà, dice: “Compiangeremo le persone (i visitatori, ndr) che hanno deciso di iscriversi a questo percorso anziché fare riferimento a coloro che sono preparati per farlo“. Sul tema più generale dei Viaggi della Memoria, organizzati da diversi anni in più luoghi della memoria e da più enti, la presidente dell’Anpi ha le idee chiare e anche in questo caso è netta: “Sono le istituzioni che organizzano e si avvalgono del tour operator” per le questioni logistiche. “In questo caso- conclude- sono stati scambiati i ruoli”.

      Anna Cocchi - Anpi Bologna

 

Gian Luca Luccarini, presidente dell’Associazione vittime eccidi nazifascisti di Grizzana Marzabotto Monzuno 1944, ritiene che il ricordo di quanto accaduto nell’area di Monte Sole tra il 29 settembre e il 5 ottobre 1944 “non può essere messo in vendita in un catalogo di proposte turistiche”. “Molti famigliari sono rimasti male- dice Luccarini- e non ne capiscono il senso”.

      Gianluca Luccarini

 

A sostegno dell’Anpi si schiera anche l’Unione Inquilini Bologna con un comunicato firmato dal coordinatore Michele Cirinesi: “Apprendiamo che si vuole fare speculazione danarosa sul 25 aprile con l’iniziativa “Viaggio nella memoria. Eccidio di Monte sole “ organizzato da I Love Emilia Romagna. Non possiamo che condannare chi vuole fare sciacallaggio a pagamento sulla memoria di centinaia di morti che i monti del bolognese hanno visto nei giorni più tragici della nostra nazione, mai nessuno era arrivato a tanto nemmeno chi ancora oggi si intesta la paternità politica di quelle vigliacchi azioni. Possono benissimo fare i “loro tour” in qualsiasi altro periodo dell’anno. L’UNIONE INQUILINI di Bologna invita al boicottaggio dell’iniziativa e tutti i cittadini,associazioni e istituzioni che ancora oggi tengono viva nel cuore la memoria dell’eccidio di Monte Sole. Questa iniziativa è paragonabile a quella sostenuta in Polonia ai cancelli di Auschwitz dove si voleva fare un supermercato in quei luoghi, bene ha fatto l’Anpi a schierarsi contro ed invitare alle barricate , lo saremo anche noi”.

 

Get the Flash Plugin to listen to music.